SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia - Centro ottico e optometrico

Fratelli d’Italia Senigallia torna all’attacco di Girolametti sulla Otorinolaringoiatria

"L'Assessore potrà continuare a perorarne la soppressione, ma in questo caso dovrà darne conto alla cittadinanza"

1.428 Letture
commenti
ospedali, sanità, cure

Fratelli d’Italia ha letto con “simpatia” le esternazioni dell’Assessore Girolametti in un prolisso comunicato stampa dove ha cercato di essere spiritoso sulla questione dell’ORL dell’Ospedale di Senigallia, ma con quello che ha scritto non ha fatto altro che confermare che la politica della sinistra, nella materia sanitaria, è stata, ed è, deleteria e disastrosa, e adesso lo dimostriamo ai cittadini.

Gentile Assessore, purtroppo l’ignoranza (dal verbo ignorare, s’intende) non giustifica l’ultima (ennesima) Sua uscita infelice circa l’attività in corso dell’Otorinolaringoiatria di Senigallia, ergo ci corre l’obbligo di metterla al corrente di alcune questioni inerenti il servizio.

Il servizio di ORL eroga più di 100 prestazioni ambulatoriali tra visite ORL, controlli, esami endoscopici, ecc, a settimana! Viene da se che l’improvvisa soppressione di tali prestazioni ha indubbiamente comportato notevoli difficoltà all’utenza e all’unità operativa afferita. Purtroppo i “normali cittadini” non hanno la possibilità di saltare la lista di attesa e presentarsi per prestazioni specialistiche “urgenti” o, come ad esempio, lo studio endoscopico della deglutizione, tanto per citare un esempio a caso, che Lei immaginiamo conoscere bene. 

Il servizio ORL non opera solo in “day surgery”, come Lei ha affermato nel comunicato, ma, oltre all’attività di chirurgia ambulatoriale e day surgery, opera in “one day surgery”, ossia con una notte di ricovero. Al momento vi è una lista di attesa per interventi chirurgici superiore ad un anno! Ancora: il servizio di ORL di Senigallia eroga circa 300 polisonnografie all’anno per lo studio dei pazienti OSA, con sindrome delle apnee ostruttive notturne; immaginiamo che non sia questa la sede per ricordarLe l’importanza di tale attività diagnostica, pensiamo che la conosca bene. Saprà sicuramente anche, gentile Assessore Girolametti, che al momento è il servizio ORL che eroga più prestazioni di tale genere della Regione Marche!

Il servizio di ORL di Senigallia ha al proprio interno un servizio specialistico di III livello di RinoAllergologia, unico nella Regione Marche. Non Le elenchiamo il tipo di prestazioni erogate perchè immaginiamo che Lei le conosca bene tutte. Il servizio ORL di Senigallia non è costituito da “specialisti ambulatoriali” ma da 3 medici specialisti ospedalieri (cosa che evidentemente Lei ignora, visto il contenuto del Suo comunicato in oggetto), di cui uno attualmente in aspettativa che non è stato sostituito dall’azienda. All’interno del suddetto servizio operano settimanalmente, due giorni a settimana per un totale di 24 ore (a settimana), tre specialisti ambulatoriali in base alla Determina “733 AV2 del 16/5/2017” per un progetto del costo di 84000 euro / annui. Progetto enfatizzato dal Dott. Volpini anche con un Comunicato stampa di uno / due anni fa (ci scusi se non riusciamo ad essere più precisi su questa data).

Detto questo Fratelli d’Italia Le fa presente che con circa 60 mila euro all’anno, l’azienda avrebbe potuto assumere un medico ospedaliero che anziché 24 ore a settimana ne avrebbe potuto fornire 38. Così facendo l’organico avrebbe permesso di garantire la reperibilità e la pronta disponibilità notturna e festiva, garantendo alla città di Senigallia uno specialista ORL presente 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Ci scusi se è poco! Anziché solamente cinque mattine (8:00 – 14:00) a settimana (tranne il martedì) come è attualmente. Questo progetto sopprimendo 24 ore di specialistica ORL territoriale si ripercuote, cosa che Lei non dovrebbe ignorare, sulle liste di attesa che, così facendo, si allungano, e non di poco, ad evidente svantaggio dell’utenza.

La recente determina “ASUR DG 163 del 6/4/2020”, che evidentemente Lei ignora nonostante il ruolo che ricopre, sospende la precedente determina “ASUR DG n.742/2019”; rimane pertanto vigente la determina “ASUR DG 361 del 23 Giugno 2017” che, a Senigallia, prevedeva anziché l’unità operativa complessa, una “UOSD otorinolaringoiatria ambulatoriale/territoriale”

Ovviamente Lei, Assessore Girolametti, potrà continuare a perorarne la soppressione, ma in questo caso dovrà darne conto alla cittadinanza. La soppressione di un servizio come quello solo parzialmente accennato costituirebbe certo un problema per l’utenza che a questo servizio afferisce. Non tutti hanno la fortuna di poter afferire a tale servizio, in virtù del ruolo ricoperto, saltando le liste di attesa. Utenza che Lei, anche in virtù del ruolo che ricopre, dovrebbe tutelare, anzi, deve tutelare! 

Per concludere Le rivolgiamo una domanda semplice semplice alla quale, ne siamo sicuri, Lei risponderà volentieri e prontamente: “Come mai i soldi pubblici vengono utilizzati per uno scopo assolutamente inutile, come Le abbiamo dimostrato”? E’ palese che la risposta Lei la darà ai cittadini che così potranno ben capire alcuni strani meccanismi della politica.

Cogliamo l’occasione, gentile Assessore Girolametti, per rivolgerLe i nostri più sentiti Auguri di una Santa Pasqua, a Lei e famiglia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura