SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Senigallia può e deve intervenire per ridurre la presenza di amianto”

Sartini (Senigallia Bene Comune) replica al Sindaco sulla questione amianto

1.421 Letture
commenti
Lastre di amianto

In occasione del decimo anniversario della Giornata mondiale delle vittime dell’amianto, il Comune di Senigallia ha diffuso un comunicato stampa del Sindaco in cui si legge, tra le altre cose, che “a Senigallia, nonostante la rimozione dell’amianto da scuole ed edifici pubblici operata dal Comune e da altri enti, sono ancora troppi i fabbricati privati che contengono amianto e su cui le istituzioni non hanno alcun potere. Gli enti locali devono essere dotati di strumenti adeguati per intervenire, anche in maniera coercitiva, in quelle situazioni che costituiscono un pericolo per l’incolumità pubblica.

A detta quindi del Sindaco, le istituzioni non hanno potere per intervenire.
Ebbene, sorpresi da tale affermazione abbiamo svolto un ricerca sul sito istituzionale del Comune, scoprendo che dal 06/04/2010 (data della prima ordinanza a firma Maurizio Mangialardi, la n. 124) al 28/04/2015 (data dell’ultima ordinanza a firma Maurizio Mangialardi, la n. 513), il Sindaco ha firmato ben 163 atti riguardanti la questione dell’amianto presente in siti di privati.
Di questi 163 atti emanati dal Sindaco:
– 122 sono ordinanze di rimozione/messa in sicurezza dei siti;
– 36 sono concessioni di proroghe per svolgere gli interventi;
– 2 sono di rettifica di precedenti ordinanze;
– 3 sono di revoca.

In tutte le ordinanze adottate viene riportato questo passaggio:
I lavori dovranno essere eseguiti e completati entro 60 (sessanta) giorni decorrenti dalla data di notifica del presente atto. Si avverte che, in caso di inadempienza alle disposizioni qui impartite, si procederà ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale, che punisce l’inosservanza di provvedimenti legalmente imposti dall’Autorità. Il Comando di Polizia Municipale e il Personale ispettivo dell’A.S.U.R. – Area Vasta n. 2 sono incaricati, per quanto di rispettiva competenza, della vigilanza e del controllo dell’esecuzione della presente Ordinanza, ivi compresa l’applicazione delle sanzioni previste da leggi e regolamenti“.

Ecco quindi smentito quanto affermato dal Sindaco Mangialardi.

Senigallia Bene Comune e Giorgio Sartini, se eletto, adotteranno tutte le iniziative previste dalla legge per contrastare la presenza di amianto senza se e senza ma.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura