SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Eni e Fiat: c’è chi scende e c’è chi sale

Taglio da 1 miliardo per il cane a sei zampe; bene a Piazza Affari e Wall Street la casa automobilistica

2.056 Letture
commenti
Netservice - Realizzazione e promozione siti web
logo della FIAT

Due delle società più famose della recente storia italiana si trovano in due situazioni completamente diverse. L’Ente Nazionale Idrocarburi ha tagliato il proprio dividendo per ogni titolo di 32 centesimi passando da 1,12 euro a 80 centesimi.

Un taglio rilevante, da oltre 1 miliardo di euro, che ha spinto gli azionisti a vendere. Venerdì 13 marzo il titolo è stato sospeso in borsa chiudendo con un calo del 4,59%. Il cane a sei zampe ha inoltre annunciato che il piano di azione fino al 2018 (strategy presentation) comporterà un taglio di 8 miliardi di euro. Tutto ciò è stato causato dal forte calo del prezzo del petrolio che è crollato a 45 dollari al barile.

Segno positivo, invece, per Fca (Fiat Chrysler Automobiles) che, a Piazza Affari, supera per la prima volta quota 15 euro per azione. Il risultato si deve a due fattori principali. Il primo è la favorevole campagna marketing americana, fatta di alleanze e lanci sul mercato. La fiat ha infatti raddoppiato il valore delle sue azioni dopo la quotazione alla borsa di Wall Street dove ha raggiunto un valore di 18 dollari per titolo. Il secondo motivo, collegato in parte al primo, che ha fatto impennare il marchio Fca è stato l’aumento delle vendite nel terzo trimestre 2014.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione