SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sindrome dell’ovaio policistico e dieta

L’endocrinologa Paggi e la nutrizionista Strafella ricevono a Senigallia al Laboratorio Analisi Scorcelletti

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS dall’inglese PolyCystic Ovary Syndrome) è una frequente disfunzione endocrino-metabolica nella donna che può manifestarsi come eccesso di androgeni (irsutismo e/o acne e/o alopecia e/o aumento degli androgeni circolanti), oligoanovulazione cronica (che spesso si manifesta con alterazioni del ciclo mestruale e infertilità) e aspetto micropolicistico di almeno un ovaio, dopo aver escluso altre cause di iperandrogenismo o anovulazione.

In queste pazienti inoltre si osserva frequentemente un quadro di iperinsulinemia/ insulino-resistenza (ridotta sensibilità delle cellule all’azione dell’insulina, ormone prodotto dal pancreas per abbassare la glicemia) che sembra avere un ruolo-chiave nello sviluppo della PCOS, sia per l’eccesso di androgeni che per gli aspetti metabolici che l’accompagnano (sovrappeso/obesità/dislipidemia).

La PCOS può interessare la donna dall’età adolescenziale alla post-menopausa. E’ pertanto evidente che, dopo un attento inquadramento diagnostico da parte dello specialista Endocrinologo o Ginecologo, la terapia andrà “cucita su misura” a seconda delle manifestazioni cliniche, ma anche a seconda della fascia di età della paziente.

Come appena detto, la PCOS è spesso legata a insulino-resistenza e obesità: questo impone particolare attenzione alla dieta e allo stile di vita come primo passo terapeutico. Dal punto di vista nutrizionale si delinea la necessità di una dieta ipocalorica ed a basso indice glicemico. In questo caso risulta utile l’intervento del nutrizionista che può predisporre un piano nutrizionale adeguato e personalizzato alle esigenze di ogni soggetto dopo un’ attenta valutazione dello stato nutrizionale. Nel caso particolare sarà utile la scelta di cibi ricchi di fibre e diminuire il consumo di zuccheri semplici.

Le donne affette da PCOS presentano particolare difficoltà nella perdita di peso per cui è consigliabile oltre che seguire una dieta adeguata anche associare una regolare attività fisica. La dieta già da sola può offrire molti benefici nel controllo della glicemia, del peso e della cronologia mestruale ma la sintomatologia può essere ulteriormente migliorata associando alla corretta alimentazione anche un moderato e regolare esercizio fisico.
In conclusione, la sindrome dell’ovaio policistico è un quadro clinico frequente nella popolazione femminile che comporta disordini mestruali e di fertilità, alterazioni metaboliche (obesità, insulino-resistenza, dislipidemia), problemi estetici (irsutismo, acne, alopecia, obesità) nonché psicologici ed è quindi importante che la paziente venga correttamente inquadrata per un percorso terapeutico che miri a sanarne tutti gli aspetti.

Dr.ssa Paggi Francesca
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio
Riceve su appuntamento
Cell: 340-9498600
e-mail: frapaggi@gmail.com

Dr.ssa Elisabetta Strafella
Biologa Nutrizionista, PhD
Riceve su appuntamento
Cell: 3386912590
e-mail: elisabetta.strafella@biologo.onb.itestrafella@hotmail.com

Entrambe le specialiste ricevono a Senigallia presso:

Laboratorio Analisi Cliniche Dott. Scorcelletti
via Piave, 2/1 – 2/2
60019 – Senigallia (AN)
Tel: 071 7923020, 071 7923710, 071 60813
Mail: info@scorcelletti.it
Web: www.scorcelletti.it
Fax: 071 7923020

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura