SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, scatta il piano d’evacuazione per la piena del fiume Misa – FOTO

Allertate nella notte le frazioni Vallone, Marazzana, Cannella, Borgo Bicchia. Alle 8 il cessato allarme

14.247 Letture
Un commento
Gioielleria Granarelli - Evento Trollbeads
Maltempo del 29 luglio: il fiume Misa in piena

Torna a Senigallia la paura per la piena del fiume Misa. A causa delle abbondanti piogge cadute a partire dalle ore 20 circa (ma prima ancora dal pomeriggio) di martedì 29 luglio, si è alzato pericolosamente il livello del fiume che ha superato in alcuni punti anche i 4,32 metri di altezza, determinando una situazione di rischio elevato per la fuoriuscita dell’acqua dagli argini.

Si è immediatamente insediato il centro operativo comunale ed è scattato il piano d’allerta e d’evacuazione. Intorno alle 2:30 di notte, i residenti di alcune frazioni di Senigallia, quelle considerate più a rischio per la prossimità al letto fluviale, sono state allertate come previsto dal piano di prevenzione comunale tramite i primi sms informativi. Il giorno dopo il maltempo del 29 luglio: il fiume Misa ancora in pienaPoi via via il peggioramento fino alla decisione di sgomberare almeno le persone che vivono ai piani terra delle abitazioni.

A scopo precauzionale il COC ha deciso di evacuare la via della Chiusa (Vallone) e la via Marazzana (Cannella-Bettolelle). I cittadini che abitano in queste vie sono stati accompagnati nel centro di raccolta individuato nella scuola materna di Cannella. Evacuate anche alcune parti di Borgo Bicchia con i cittadini che sono stati accompagnati nel centro di raccolta individuato nel palazzetto dello sport di Campo Boario.

Il giorno dopo il maltempo del 29 luglio: il fiume Misa ancora in pienaIl giorno dopo il maltempo del 29 luglio: il fiume Misa ancora in pienaIl giorno dopo il maltempo del 29 luglio: il fiume Misa ancora in piena

La notizia, rimbalzata sui principali media nazionali, fortunatamente non è stata aggiornata con bollettini di peggioramento: la piena è defluita anche se ancora il livello del fiume Misa è alto, senza però destare preoccupazione. Monitorato anche il fiume Cesano, dall’altro lato della città di Senigallia, dove si sono determinate alcune piccole e circoscritte esondazioni dei fossi.
Anche il fosso della Giustizia (zona nord di Senigallia) si è alzato pericolosamente andando a “mangiare” ancora altri tratti della già martoriata spiaggia del lungomare nord senigalliese.

Alle ore 8 circa è cessato l’allarme, con il lento ritorno alla normalità dei livello fluviali, anche se fino alle ore 24 di mercoledì 30 luglio vige lo stato di allerta meteo.

Il fosso della Giustizia a SenigalliaIl fosso della Giustizia a Senigallia, devastato dalla potenza dell'acquaIl fosso della Giustizia a Senigallia, devastato dalla potenza dell'acqua

Commenti
Solo un commento
BlackCat
BlackCat 2014-07-30 16:37:07
Ecco, questo il 3 Maggio non è avvenuto, ora si. Quindi siete ancora convinti che il 3 Maggio è stato fatto tutto il possibile? No.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura