SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mangialardi replica alla sentenza del Tar sulla selezione per l’addetto stampa

"Non c'è stata alcuna arroganza o volontà di proseguire comunque nella strada intrapresa"

2.061 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi

Sulla stampa sono apparsi una serie di commenti ed interpretazioni in merito all’annullamento disposto dal TAR della procedura di selezione dell’addetto stampa comunale che richiedono alcune precisazioni e chiarimenti.

Innanzitutto la procedura selettiva è stata indetta proprio per assicurare maggiore trasparenza al reclutamento dell’addetto stampa, cercando di scegliere tra una gamma più ampia di candidati ed evitando, anche in ossequio ai nuovi orientamenti normativi in materia, affidamenti diretti.

Nessuno naturalmente è stato messo alla porta, dal momento che tutti i giornalisti potevano partecipare alla selezione. Nell’impostare i criteri per la scelta era stata sin dall’inizio assegnata importanza nella valutazione dei candidati anche all’esperienza maturata nel giornalismo on-line, vista la rilevanza sempre crescente che tale qualificazione dell’addetto stampa sta assumendo nell’esperienza quotidiana.

La graduatoria finale ha tenuto fede a tale esigenza funzionale contenuta nell’avviso pubblico di selezione ma il Tribunale Amministrativo Regionale non lo ha ritenuta adeguatamente motivata e noi, come sempre facciamo, rispettiamo il contenuto delle sentenze.

Non c’è stata da parte dell’Ente alcuna arroganza o volontà di proseguire comunque nella strada intrapresa, dal momento che immediatamente dopo la sospensiva disposta dal Tribunale Amministrativo il Comune ha proceduto a sospendere il rapporto di lavoro instaurato con la persona vincitrice della selezione. A questo punto,  subito dopo la fine della stagione estiva nella quale assicureremo il servizio di ufficio stampa attraverso un’agenzia di servizi giornalistici, l’Amministrazione Comunale, valutate le esigenze funzionali e la compatibilità di bilancio, deciderà in merito alle modalità migliori con le quali garantire le attività di comunicazione istituzionale.

di Maurizio Mangialardi

Commenti
Ci sono 2 commenti
melgaco 2014-07-02 20:15:13
Il TAR non ha capito le vostre "esigenze funzionali".
O. Manni
O. Manni 2014-07-02 22:44:22
"Non LA ha ritenuta" o "non lo ha RITENUTO"...C'é un refuso. La famosa "esigenza funzionale" non concorda con il TAR...In tutti i sensi. Magari con un addetto stampa scelto meglio non capiterà più.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura