SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La Provincia di Ancona vara un piano di 5 anni per impedire il proliferare dei piccioni

Nelle situazioni più gravi, ai Comuni sarà concessa anche l'opportunità di catturare gli uccelli

2.268 Letture
commenti
Piccione

Tutela del patrimonio artistico, della salute, dell’igiene e del decoro urbano, contenimento dei danni alle produzioni agricole. Questi gli obiettivi del piano quinquennale per il controllo dei piccioni (2013-2018) adottato dalla Provincia di Ancona.


Il nuovo strumento, che ha già ricevuto il parere positivo dell’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ed entrerà in vigore a breve, è stato presentato ai Comuni del territorio provinciale, all’Asur Marche, agli ambiti di caccia e alle associazioni degli agricoltori.

Il nuovo strumento, infatti, consentirà per la prima volta di gestire su scala provinciale le operazioni di contenimento di questa specie, fino ad oggi condotte in autonomia dai singoli enti.

I Comuni si muoveranno nel contesto urbano facendo prevenzione con ordinanze per evitare l’alimentazione dei piccioni e azioni per impedire la nidificazione. Nelle situazioni più gravi, tuttavia, potranno predisporre anche interventi di cattura.

Alla Provincia di Ancona, invece, toccherà il coordinamento in ambito extraurbano. In questo caso, oltre all’ordinaria prevenzione, sarà possibile procedere anche all’abbattimento degli animali da parte della polizia provinciale con la collaborazione dei proprietari e dei conduttori dei terreni agricoli, previamente autorizzati. Ciò, però, sarà possibile solo in prossimità delle coltivazioni passibili di danno.

Commenti
Ci sono 4 commenti
roberto 2013-07-19 12:56:54
il proliferare dei piccioni si evita reinserendoli fra le specie cacciabili (come tanti altri animali dannosi all'uomo e all'agricoltura, quali il cinghiale e l'istrice)! tutto il resto sono solo spese inutili!
gio 2013-07-19 16:11:39
hai ragione roberto
N.H.ugo mascetti 2013-07-20 23:03:02
mostra con MERDAIO da piccioni..............Sotto il portico della scuola “Fagnani”di Senigallia, dove come ogni anno si tiene la mostra di modellismo c’è (da mesi) un MERDAIO da piccioni, come mostrato dalla foto allegata-inviata. Suggerisco agli organizzatori una chiusura temporanea fino a quando qualche autorità (sanitaria?) non provveda a sanificare. 610 s.n.d.
ulisse srl 2014-01-05 08:59:04
Disabituante per volatili

è un servizio innovativo per piccioni, colombi, rondini, passeri, gabbiani, ecc...che permette l'allontanamento dei volatili dalle zone in cui viene applicato.

Questo prodotto è totalmente naturale che viene percepito dai volatili attraverso tre sensi: olfatto, tatto e vista, è assolutamente sicuro per gli uccelli e gli esseri umani.

Consigliato per installazioni in edifici pubblici, commerciali, cartelloni pubblicitari, monumenti, condomini ecc..

 

Svantaggi dei sistemi alternativi piu' diffusiSpilliRetiProdotti chimici

Dopo la loro istallazione gli uccelli

riescono comunque ad abituarsi

alla nuova superficie

Possono pregiudicare l'estetica

dell'edificio / monumento, etcc.

Danneggiano fisicamente gli

uccelli e le loro carcasse

sono dannose per la salute

degli esseri umani e degli animali

 

Procurano danni fisici agli uccelli.

Problema di ANIMAL WELFARE

Elevato costo di manodopera e

non del tutto dissuasivi perchè

gli uccelli riescono comunque

ad adattarsi alla superficie

modificata.

Non garantiscono una lunga durata
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno