SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

170 atleti in arrivo a Senigallia per le regate Interzonali di vela-Optimist

Non solo un evento agonistico ma anche un modo per riscoprire una cultura marinara dimenticata

2.723 Letture
commenti
Jacopo Mutti, coordinatore SailinSenigallia

170 atleti in arrivo dal 15 al 17 marzo a Senigallia per le regate interzonali di selezione (in vista dei campionati mondiali ed europei) della classe Optimist (età Juniores) di vela.


Un evento agonistico il cui valore va oltre l’aspetto strettamente sportivo: “eventi come questo, avranno delle ricadute indubbiamente positive dal punto di vista turistico“, evidenzia infatti l’assessore allo sport Gennaro Campanile.

Saranno circa 300, contando anche gli accompagnatori, le persone che arriveranno e alloggeranno in città dal 14 al 17 marzo: circa la metà delle 600 annunciate per il 25-28 aprile, quando il mare senigalliese ospiterà gli atleti dell’ “Italia Cup”, riservata alla più praticata classe della vela, la Laser.

Le iniziative, organizzate da SailinSenigallia (progetto nato nel 2009 tra Lega Navale e Club Nautico) in collaborazione col Comune, puntano però anche ad altro, cioè a raggiungere un obiettivo ambizioso, riportare i cittadini al porto, permettendo loro di riscoprire una cultura marinara ormai quasi del tutto rimossa.

Senigallia in passato è stata anche un porto di vela e un luogo di velisti, ma da troppo tempo se ne è dimenticata – spiega Jacopo Mutti – coordinatore di SailinSenigallia – Tornare ad amare e frequentare il mare significa pure recuperare le nostre identità e le nostre tradizioni“.

Organizzare regate di livello è uno degli aspetti del nostro progetto ma è altrettanto importante coinvolgere i giovani e le scuole, come faremo a giugno con un’iniziativa (“Banchine di scuola”) che riguarderà gli alunni delle  elementari e delle medie e vedrà la partecipazione di tutte le associazioni che, a vario titolo, sono legate al mare“, aggiunge Mutti, che infine ricorda: “la vela è uno sport pulito. Amare il mare è anche sinonimo di rispetto dell’ambiente. Per questo nelle regate verranno utilizzati soltanto prodotti a basso impatto ambientale o cibi di una sana dieta mediterranea“.

Al momento, in città sono circa trenta gli iscritti alle categorie agonistiche della Scuola di vela, ai quali vanno aggiunti almeno altri 200 praticanti fra adulti e giovani.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno