SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Manzoni Group

Senigallia e i sacchetti per l’organico: istruzioni per l’uso

Critiche, proteste, sperimentazioni ed interpellanze sulla raccolta differenziata - Il VIDEO

4.906 Letture
commenti

Il sacchetto per l’umido in carta conil contenitore in plasticaE mentre Napoli lentamente muore sotto il peso dei rifiuti, sembrerebbe una questione di lana caprina quella che, relativamente alla raccolta dell’umido domestico, porrebbe l’attenzione sulla scelta dei sacchetti di mater-bi o di carta riciclata. In realtà, i senigalliesi, che già da qualche anno si cimentano bene o male a praticare la raccolta differenziata, probabilmente sono in condizione, più di altre comunità, di apprezzare la differenza di alcuni sistemi di raccolta.

Da sei mesi a questa parte, sperimentalmente, sul territorio delle Saline, Montignano e Marzocca sono stati consegnati ai cittadini confezioni di sacchetti di carta riciclata ®Sumus in luogo di quelli abituali di mater-bi (amido di mais). L’esperienza di questi mesi ha avuto diversi riscontri, alcuni positivi altri drasticamente negativi. Addirittura, ne è stata fatta una interpellanza in consiglio comunale con la quale è stata chiesta la cessazione della sperimentazione dei sacchetti di carta in quanto inadatti per la loro piccola dimensione e la scarsa tenuta dei liquidi. Di contro, le opinioni registrate dagli operatori o ascoltate direttamente da alcuni cittadini non ci sono sembrate così allarmanti e distruttive; anzi, la richiesta specifica del sacchetto ®Sumus si è manifestata più di una volta da parte di molti cittadini presso gli sportelli del CIR.

Allora, evidentemente, bisognerà capire quali siano stati i motivi che hanno determinato un giudizio così negativo.

Il sacchetto di cartaSumus per la raccolta  differenziata dell’organicoAnalizziamo, pertanto, le obiezioni sulle caratteristiche dei sacchetti per quanto riguarda la dimensione e la resistenza. Innanzitutto, bisogna specificare che morfologicamente i sacchetti di mater-bi e quelli di carta riciclata non sono esattamente la stessa cosa. I primi si adeguano facilmente alle pareti del contenitore, i secondi, rimanendo rigidi, praticamente s’infilano nel loro contenitore senza possibilità di ulteriori maneggiamenti, con una perdita naturale di spazi utilizzabili. Per far in modo che un contenitore da circa 10 lt, ossia quello utilizzato attualmente dalla nostra utenza, possa contenere un sacchetto di carta è necessario che questo risulti un po’ più piccolo ossia di 7 litri (8 lt quelli di mater-bi). Quello utilizzato a Pesaro, per esempio, che è di 8 lt  (più basso e più largo) risulta idoneo ad un contenitore completamente diverso dal nostro.

Per quanto riguarda la tenuta
, invece, crediamo che sia mancata completamente una corretta informazione sulle modalità di utilizzo del sacchetto di carta ®Sumus.

Allego l’efficace video realizzato sul tema dal titolo: TRASH FICTION

Una sorta di istruzioni per l’uso, insomma, come distendere sempre sul fondo del sacchetto il cartoncino che si trova all’interno, per garantirne resistenza e tenuta; come sgocciolare sempre i rifiuti organici prima di buttarli nel sacchetto; come NON pressare i rifiuti; come spezzettare i rifiuti più voluminosi; come buttare nel sacchetto carta assorbente e tovaglioli sporchi; come avvolgere in carta (ad es. di giornale) gli scarti puzzolenti (residui di pesce, carne, formaggi); come separare sempre gli scarti alimentari dalle confezioni di vetro, plastica, metallo, e così via.

Naturalmente con questo non si vuole affermare la validità assoluta del sacchetto in sperimentazione, perché comunque l’esperienza di ciascuno di noi sarà sempre quella che ci farà decidere per l’uno o per l’altro, e la possibilità di scelta sarà per noi una buona occasione per diversificare e qualificare meglio il sistema di raccolta dei rifiuti domestici.

da Alberto Di Capua
Age Senigallia

Alberto Di Capua
Pubblicato Mercoledì 29 dicembre, 2010 
alle ore 18:37
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ci sono 5 commenti
Molto bello 2010-12-30 07:07:40
Sacchetto Sumus
Il filmato è bello però è adatto da un pubblico giovane e ad altre persone con mentalità giovane.
Il sacchetto di carta Sumus lo adoperiamo e lo troviamo abbastanza pratico e senza problemi basta ragionarci un pò, è naturale che non bisogna buttarci rifiuti troppo liquidi, comunque tengono abbastanza bene, e la raccolta dovrebbe essere fatta 3 volte alla settimana, lunedì mercoledì e venerdì.
Anonimo2010-12-30 08:12:55
CI AVETE PROVATO MA VI E' ANDATA MALE
AVETE PROVATO A PROPINARCI QUESTI SACCHETTI, NONOSTANTE LE PROTESTE CI STATE PROVANDO ANCORA, PUTROPPO PERO' NON HO SENTITO MAI NESSUNO FARE UN COMMENTO POSITIVO SU DI ESSI, SAREI PROPRIO CURIOSA DI CONOSCERE QUESTI IPOTETICI CITTADINI CHE DICONO DI TROVARCISI BENE, SECONDO ME VE LI SIETE INVENTATI VOI. CIAOOOOOOOOOOOOO
peppedepelo 2010-12-31 14:18:46
cepu o cir33
io penso che chi ha pensato a questi sacchetti abbia preso la sua laurea in ingegneria al cepu.
io dovrei mettere dentro al sacchetto l'umido ....e non il secco.
Signori quando d'estate mangiamo il melone è secco o umido e fresco.Gli scarti del pesce sono secchi o umidi???
lo scarto del pomodoro o di altre verdure estive o invernali sono secche o umidi?????
Ci avete pensato a questo tipo di rifiuto umido???
Forse se non lo sapete e che il cepu non ve lo ha insegnato il sacchetto biodegradabile è + resistente di una sacchetta di carta....vogliamo fare una prova in pubblico sotto il comune (così vede tutta la gente e non un filmato su pc) con un bicchiere di acqua??????????
Alberto Di Capua 2011-01-01 07:12:14
Istruzioni per l'uso
L'efficacia di questo sacchetto di carta la si può solo constatare dal suo corretto utilizzo. Innanzitutto, nel sacchetto vanno inseriti rifiuti tagliati e sgocciolati; in secondo luogo nel sacchetto va inserito sul fondo il cartoncino in dotazione che è particolarmente assorbente; terzo, il sacchetto va messo nel suo cestello aereato così da consentire che il rifiuto umido si asciughi rapidamente (in estate questo è molto più facilitato). Con tutta sincerità ed onestà, grazie a queste accortezze mai dico mai mi è capitato che il sacchetto si sia sfondato a causa dell'eccessiva presenza d'acqua contenuta nei rifiuti. Piuttosto, bisogna chiedere a chi ha consegnato questi sacchetti se abbia dato qualche corretta istruzione per l'uso.
peppedepelo 2011-01-01 14:01:40
chiedo spiegazioni ,lanterne
Mi spiegate come fate a sgocciolare le viscere del pesce,gli scarti di carne bianca o rossa,gli scarti del pomodoro o simili???
Forse li lasciate sopra il tavolo ad essiccare prima di conferirli nell'apposito contenitore???
Il cartoncino da mettere nel fondo è simile a quello bristol che si adoprava a scuola(se non più sottile).
Se qualcuno mi dice come lasciare l'apposito contenitore areare per casa(io lo devo tenere sotto al lavello non avendo balconi o luoghi simili)e come fanno a non sentire gli odori....
Sono sempre favorevole ad un prova pubblica sotto gli occhi di tutti.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura