SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’assessore regionale del Veneto ad ambiente e Protezione Civile in visita a Senigallia

Gianpaolo Bottacin è stato ricevuto al COC ed ha poi salutato i tanti volontari giunti dalla sua regione

Gianpaolo Bottacin e Massimo Olivetti

Questa mattina il Sindaco Massimo Olivetti ha ricevuto la visita di Gianpaolo Bottacin, Assessore all’Ambiente e Protezione Civile della Regione Veneto.

La Regione Veneto ha infatti risposto alla chiamata d’aiuto del Comune inviando due funzionari regionali, 70 volontari addestrati appartenenti a tutte e sette le province venete, con dotazioni composte da 6 mezzi per il trasporto persone, 13 autocarri, 7 moduli AIB, un mezzo radio, una sala operativa mobile, 3 rimorchi, 10 macchine operatrici, una spazzatrice, motopompe, torri faro e gruppi elettrogeni.

Durante l’incontro in Comune, alla presenza anche dell’Assessore alla Protezione Civile di Senigallia Nicola Regine, dell’Assessore all’Ambiente Elena Campagnolo e della Responsabile Protezione Civile del Comune Barbara Rotatori, Gianpaolo Bottacin ha portato la sua esperienza su come il Veneto affronta il monitoraggio dei numerosi bacini acquiferi del territorio. “È davvero importante rispondere ad emergenze di questo tipo in maniera tempestività” ha detto l’Assessore Bottacin, spiegando come la Regione Veneto, in collaborazione con l’Università di Padova, abbia messo a punto un modello matematico per la previsione delle piene, così da avere uno strumento scientifico su cui basarsi per mettere in moto i protocolli di emergenza. Un modello che può avere margini d’errore, visto che si basa su modelli di previsione, ma sicuramente inferiori della mera osservazione empirica.

Gianpaolo Bottacin al COC di SenigalliaUno strumento che da tempo il Sindaco di Senigallia richiede di adottare per la Valle del Misa, come sollecitato anche il giorno prima, durante l’incontro con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del Presidente era pari a m 1,04. Tutto e della Regione Marche Francesco Acquaroli.

L’Architetto Barbara Rotatori ha spiegato: “L’allerta del 14 settembre non si riferiva al nostro territorio; ci siamo affidati alla nostra esperienza pregressa e quando, alle 19.30, ci siamo resi conto che l’incessante pioggia nelle zone interne aveva iniziato a ingrossare il fiume, abbiamo provveduto ad attivare tutte le procedure previste anche se il livello del fiume Misa, nel territorio senigalliese, era pari a m 1,04. Di conseguenza, abbiamo lanciato l’allarme; una misura che ci ha permesso di salvare la vita a molti cittadini”.

Prima di proseguire con una visita ai tanti volontari della Colonna Veneto della Protezione Civile Nazionale, Gianpaolo Bottacin è stato simbolicamente ringraziato dal Sindaco e dagli Assessori per la competenza e la forza dimostrata dai tanti operatori al lavoro per le strade della città.

Il Sindaco Massimo Olivetti ha detto: “Abbiamo ricevuto dai cittadini numerosi complimenti indirizzati agli uomini e alle donne della Colonna Veneto, che si sono distinti per professionalità, comprensione e velocità di intervento. Se la città sta tornando a una quasi normalità lo dobbiamo a loro, così come a tuti gli operatori delle Colonne Umbria, Abruzzo, Toscana, Lombardia e i professionisti di Croce Rossa, ANPAS, VAB Nazionale, Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine, Mezzi della Provincia di Ancona, Polizia Locale, CISOM e tutte le Associazioni di Protezione Civile territoriali che fin da subito hanno raggiunto il nostro territorio per affrontare l’emergenza con grande competenza e mezzi adeguati”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno







Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura