SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ecco perché l’Antico Egitto è un tema ricorrente nel gioco d’azzardo

Anche cinema e cultura popolare hanno attinto a piene mani nella mitologia egizia

Divinità egizie

Non solo terra sulla quale scorre uno dei più grandi fiumi al mondo, ma anche luogo ricco di misteri e capace di affascinare grandi e bambini. L’Egitto, grazie alla fertilità del Nilo, è stata terra di conquista di numerose civiltà: romani, musulmani e francesi solo per dirne alcuni.

Ma la sua attrattiva maggiore è data dal fatto che è da qui che si è sviluppata una delle culture più seducenti dell’antichità. Come non subire il fascino delle Piramidi, della Sfinge, di un culto dei morti estremamente misterioso, delle mummie e delle enormi ricchezze nascoste tra le sabbie del deserto?

Cinema e cultura popolare hanno attinto a piene mani nella mitologia egizia, contribuendo a darne quel velo di mistero e avventura. Persino il mercato del gioco d’azzardo non è rimasto indifferente, e tra i temi delle slot machine uno dei più utilizzati è proprio quello dell’Antico Egitto e relativa mitologia. Non è un caso che la slot più famosa in Italia, Book of Ra, si basi proprio sulle divinità egizie.

Un po’ di storia
Già più di 2.000 anni fa, l’Egitto era una vera ossessione. I Romani lo definivano il “granaio del Mediterraneo” reso fertile dal Nilo ma, ancora prima, Alessandro Magno riteneva imprescindibile partire alla conquista del mondo allora conosciuto senza fare tappa in Egitto e, già che c’era, farsi incoronare successore dei Faraoni e figlio del Dio del Sole, senza dimenticarsi di fondare Alessandria d’Egitto.
Quando nel 2012 c’era chi gridava alla fine del mondo, non passò inosservata una insolita invasione di cavallette nelle campagne intorno Senigallia e si richiamarono alla mente le piaghe d’Egitto di biblica memoria.

Il filo rosso che lega l’antico Egitto all’Italia si dipana lungo i secoli; non è un caso che il Museo Egizio di Torino sia il più grande e fornito al mondo dopo quello de Il Cairo, ed è il Bel Paese a vantare il numero maggiore di obelischi egizi, addirittura più dello stesso Egitto.

Su questa scia, i produttori di giochi hanno creato svariate slot machine con simboli quali Piramidi, mummie, divinità come Horus, Osiride o Anubi, scarabei, e avventurieri alla ricerca delle immense ricchezze dei Faraoni.

Le ragioni del successo dell’Antico Egitto nelle slot machine
La semplice storia antica non basta però a spiegare come mai la cultura egizia riscuota così tanto successo nei giochi. Bisogna anche considerare:

Una cultura dei morti e dell’aldilà decisamente misteriosa e capace di affascinare fin da bambini con tutto quello che le ruota attorno; mummie in primis, ma anche il fatto di seppellire insieme ai Faraoni inestimabili ricchezze, con la convinzione che ne possano usufruire nel Regno dei Morti
Figure come l’esploratore in stile Indiana Jones o il cacciatore di tesori che sfida mille pericoli e trappole per arrivare a stanze segrete ricolme d’oro; una fascinazione davvero potente per chi giocando ad una slot machine sogna il colpo di fortuna che cambia la vita

Considerando questo, è facile spiegare come mai quasi tutti i produttori di software per slot machine hanno almeno un titolo ambientato nell’Antico Egitto, e gli stessi Casino Online non mancano di inserirli nel loro portfolio.

La saga di Book of Ra
Il titolo più popolare è sicuramente Book of Ra, una slot machine che si può trovare praticamente in ogni casino terrestre e in qualunque sala VLT d’Italia. Prodotta dalla società Novomatic Novoline, colosso austriaco del mondo gambling fondato nel 1980 nonchè una delle aziende produttrici di software per giochi da casino più famose al mondo, questo titolo ha raggiunto un tale successo da diventare una saga.
Alla prima leggendaria slot machine terrestre lanciata negli anni ’80, se ne sono aggiunte nel corso degli anni molte altre versioni, compresa la trasposizione online del classico titolo nel 2004. Successivamente a questa, sono seguite:

Book of Ra Deluxe nel 2008
Book of Ra Deluxe 6 nel 2015
Book of Ra Temple of Gold e Book of Ra Deluxe Jackpot Edition nel 2017
Book of Ra Magic e Book of Ra Mystic Fortunes nel 2018
Book Of Ra Deluxe 10 nel 2019

La scoperta archeologica del secolo
Ultimo, ma non per questo meno importante, motivo per spiegare la popolarità riscossa dalla antica cultura egizia nei tempi moderni, c’è la scoperta della tomba di Tutankhamon nel 1922 ad opera dell’archeologo Howard Carter.

Ci vollero ben 3 anni di scavi prima di arrivare alla camera funeraria del Faraone nel 1925 per poi rendersi conto dell’immenso tesoro lì sepolto, compresa l’iconica maschera funeraria in oro massiccio di Tutankhamon. Nel periodo tra le 2 Guerre questo ritrovamente ebbe un’eco davvero vasta in Europa e in America, rinnovando l’immaginazione collettiva legata alla civiltà egizia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!