SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: “la cessione di Namirial avrà ricadute positive”

"Senigallia rimarrà il cuore pulsante"

1.747 Letture
commenti
La Cresciamia - Crescia fusion, torta al testo, cresceria - Lungomare Alighieri Senigallia (AN)
Maurizio Mangialardi, con Enrico Giacomelli, mentre prova la firma grafometrica
“Sono certo che la cessione di Namirial a una grande realtà come Ambienta avrà ricadute positive.
 

Per Senigallia si tratta di un momento storico, perché Namirial, fondata nel 2000 da Enrico Giacomelli e Claudio Gabellini, rappresenta non solo una delle maggiori realtà produttive a livello locale, ma anche un’azienda leader a livello nazionale che ha saputo e saprà dare ancora moltissimo al nostro territorio in termini di buona occupazione, produzione di ricchezza e prestigio.
 
Non posso dunque che rinnovare i miei più sinceri sentimenti distima e gratitudine a Enrico e Claudio, imprenditori veri, dotati di quella passione, quel talento e di quella visione che sono indispensabili per scrivere le grandi storie. E quella della Namirial è una grande storia, la storia di una società che partita una piccola realtà di provincia ha saputo conquistare nuovi mercati in tutto il mondo grazie a prodotti innovativi e di alta qualità, investendo in particolare sulla gestione e la protezione dei dati, settore diventato strategico nella sfera economica e non solo”.
 
Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi commenta l’acquisto del 70% delle quote di Namirial Spa da parte di Ambienta, il più importante fondo europeo di Private Equity che si occupa di sostenibilità. Namirial Spa occupa oggi 450 dipendenti, più altri 200 delle società collegate, di cui la maggior parte a Senigallia, che rimarrà in ogni caso il cuore centrale dell’azienda.
 
“Siamo certi – conclude Mangialardi – che i nuovi assetti sapranno consolidare le eccellenti performance che Namirial ha saputo raggiungere nel corso degli ultimi anni, continuando a crescere sia in Italia che a livello internazionale. Di sicuro il mantenimento del 25% delle quote da parte di Giacomelli e del 5% da parte di Gabellini saprà garantire un legame fondamentale con il territorio, che significa un valore aggiunto nel presente e una garanzia in più per il futuro”.
 
Commenti
Ci sono 3 commenti
mik76
mik76 2020-05-20 20:36:54
Quale miglior parere del sindaco in tema, data la sua elevatissima esperienza in materia. Cosa non si fa per una foto ed un articolo sulla stampa on line. Poveri noi senigalliesi, poveri marchigiani che non sanno cosa li aspetta.
arcimboldo 2020-05-21 06:43:33
E' proprio certo, ci metterebbe la mano sul fuoco, sig. Sindaco, che è come dichiara lei? Me lo auguro per i dipendenti e le loro famiglie ma siccome mala tempora currunt sed peiora parantur........ Non ho letto nessuna dichiarazione da parte dei sindacati nel merito della vicenda quale posizione hanno assunto, sono tranquilli??? A proposito la vicenda Bigelli come è andata a finire??? Quieta non movere???
lory
lory 2020-05-21 14:13:01
Ma le bottiglie servite ai tavoli della festa de l'Unità di che cantina erano? Così, per sapere....
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio