SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Travolte da un’auto e uccise sull’Arceviese a Senigallia due donne di Colli al Metauro

Tragico investimento la notte dell'Epifania vicino la discoteca Megà. Arrestato l'automobilista per omicidio stradale, era ubriaco

27.476 Letture
commenti
Sonia Farris ed Elisa Rondina

E’ avvenuto tra le 4 e le 5 del mattino del 6 gennaio il drammatico investimento di due donne, travolte e uccise da una vettura lungo la strada provinciale Arceviese, sul cui ciglio stavano passeggiando dopo essere uscite dalla discoteca Megà di Senigallia.

Le due vittime sono due amiche provenienti dal fanese, entrambe residenti a Colli al Metauro: Sonia Farris, parrucchiera 34enne con un’attività in frazione Saltara, ed Elisa Rondina, maestra 43enne che insegnava alla scuola di Tavernelle, sempre nel comune di Colli al Metauro. Le donne con ogni probabilità stavano raggiungendo a piedi la loro auto, quando sono state investite.

Sonia FarrisElisa Rondina

L’auto che è piombata su di loro, una Fiat Punto condotta da M. R., un uomo di Senigallia di 47 anni, da poco in forza a una ditta della zona come autotrasportatore, le ha sbalzate in un campo, dove sono state ritrovate, non senza difficoltà, a causa del buio e della vegetazione, dai soccorritori del 118, i quali non hanno potuto far nulla per salvarle: sono morte sul colpo, a quanto si apprende.

Sul posto, insieme al personale medico, anche la Polizia Stradale di Ancona, che si è messa subito al lavoro per stabilire l’esatta dinamica ed accertare lo stato psicofisico dell’uomo che era al volante dell’auto.

Il senigalliese, sulla cui posizione sono in corso accertamenti, dato che si è fatto trovare dagli agenti a un paio di chilometri dal luogo dell’incidente, è stato trovato in stato di ebbrezza, con un tasso alcolemico quasi quattro volte oltre il consentito, e si attende l’esito di altri esami per avere eventuali riscontri sull’assunzione di sostanze stupefacenti. Per lui sono scattate le manette da parte della Polizia Stradale: è stato arrestato con l’accusa di duplice omicidio stradale.

Commenti
Ci sono 6 commenti
Mario Rossi 2020-01-06 17:12:34
(...omissis...) tant'è che al sabato, ci sono la auto parcheggiate lungo l'arceviese, che già è stretta di suo, quindi immaginate con le auto parcheggiate cosa può essere !!!! Possibile che le autorità, le forze dell'ordine tutte non si siano mai accorte di questo ???? la giunta comunale con il sindaco in primis, non è mai stata informata di questo ????? io non ci credo, e per far scoprire la malefatta, sono dovute morire altre 2 ragazze innocenti !!!!!
VERGOGNATEVI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Mario Rossi 2020-01-06 17:39:28
E non date la colpa solo al quel povero ragazzo che, anche se è vero che non doveva guidare i quello stato, si ritrova assassino contro la sua volontà !!! io stesso, che sono astemio, il sabato 30 novembre, ho urtato, fortunatamente solo con lo specchietto, una persona che stava andando lì, la strada buia, stretta, le persone che ti sbucano all'improvviso dalle auto parcheggiate, è già un miracolo che sia andato sempre bene fino ad ora !!!!
Glauco G. 2020-01-07 09:41:21
Dipende dai pnti di vista Sig. Rossi, dal mio punto di vista "povero" non lo è affatto...purtroppo, nonostante il suo commento difensivo nei suoi confronti..io continuo a vederlo comne assassino e tale mi rimarrà nella testa (salvo nuove prove che lo discolpano)...accetto e non discuto il suo pensiwro ma le chgiedo (e come a lei tutti qulli che stanno facendo una campagna a favore di quell'uomo) di accettare il fatto che per tutti gli altri ...quel personaggio è un assassino... ora provo a spigare il mio di pensiero...prima cosa..lei dice che è un assassino contro volontà..questa per me è una falsità allucinante...se bvevi..se ti droghi (non è queto il caso..dico la droga) e poi ti metti al volante...tu sei consapevolissimo che stai rischiando di ammazzare le persone.... vero che può capitare a tutti ma è anche vero che tutti possono tentare u na reazione lucida mentre lui no (visto il suo stato)...era consapevolissimo e nulla mi toglie dalla testa che se vai alla guida in uno stato alterato...(se sei una persona che ha un briciolo ti cervello) sei conapevolissimo che stai rischiando di diventare un nuovo assassino..seconda cosa...pò capitare a tuti? verissimo.ma allora non critichiamo chi uccide andando a 180 km/h (esempio generico) su strade dove il limite è di 50 km/h..tanto può capitare a tutti ...giustifichiamo tutti ora? le va bene se tutti iniziamo a correre in strada? tanto siamo POVERI ragazzi inconsapevoli di poter uccidere (a quanto pare) superiamo in curva? andiamo contromano? tutte azioni incosapevoli di poter uccidere per voi? un uomo che ha bevuto è consapevolissimo di uccidere e non è in grado di gestire un imprevisto lucidamente....dal monmento che iri la chiave..per me sei un assassino oppure un potenziale assassino...chiamatelo povero se vi fa stare sereni..a noi fa stare sereno se la giustizia arà il suoi corso e lo lascerà lontano dalla strada per tanti anni. poverino!!
Mario Rossi 2020-01-07 20:23:45
Caro Glauco, io è una vita che dico " chi guida ubriaco è un potenziale assassino" e questo vale per tutti !!! In questo commento, l'ho voluto un pochino difendere, perché prima ne avevo fatto un altro che attaccavo duramente il locale, perché (...omissis...), ma Luca Ceccacci o la redazione si sono ben guardati a non pubblicarlo !!!! Chissà perché .....
octagon 2020-01-08 08:08:17
Contro la sua volontà? Sig. Rossi, per caso quando lo ha scritto non era lucido nemmeno Lei! Lasciamo perdere! Si è anche fermato dopo un chilometro...anche questo contro la sua volontà? Tasso alcolemico sui 200, anche questo contro la sua volontà? Ha! Forse sono stati gli amici con un'imbuto e con la forza lo hanno fatto bere! Naturalmente contro la sua volontà. Con quel tasso sfiderei chiunque a restare lucidi! Puoi essere la persona più brava e pia del mondo, se guidi da ubriaco (...omissis...)!
Luca Ceccacci
Luca Ceccacci 2020-01-08 15:56:04
Segnaliamo che alcuni commenti che sono stati inseriti da alcuni lettori non sono stati accettati dalla Redazione, perchè recano accuse dirette che non sono riferibili su una testata giornalistica, se non supportate da un'adeguata argomentazione oggettiva. Pensiamo che le accuse e i successivi giudizi debbano essere espressi nelle sedi giudiziarie e non in questa sede.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura