SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Interrogazione parlamentare sulle zone a rischio esondazione a Senigallia

Ma nessun consigliere porta in Consiglio la proposta di riperimetrazione avanzata dai simpatizzanti M5S

3.344 Letture
commenti
Figura 1 - attuale deperimetrazione

Il lavoro del nostro meetup Simpatizzanti M5S Senigallia sta dando buoni frutti. A seguito della istanza di riperimetrazione della zona a massimo rischio di esondazione da noi protocollata in Comune il 23 gennaio 2015 ed all’Autorità di bacino della regione Marche in data 18 febbraio 2015, il nostro portavoce M5S alla Camera, Donatella Agostinelli, ha presentato una interrogazione parlamentare a risposta scritta indirizzata al presidente del consiglio Matteo Renzi, al ministero dell’ambiente e al ministero dell’interno (Camera Deputati, iter atto 4/08021).

Con un comunicato stampa del 25 gennaio scorso avevamo informato i cittadini della presentazione di una proposta di delibera di Consiglio comunale in cui, a seguito dei gravi eventi alluvionali del 3 maggio 2014, chiedevamo di ripristinare immediatamente l’originaria delimitazione della zona a massimo rischio di esondazione R4, come adottata dall’Autorità di bacino regionale delle Marche con delibera n. 15 del 28 giugno 2001, in quanto ritenuta impropriamente ridimensionata.
Purtroppo, nonostante l’avvenuto tempestivo protocollo della proposta di cui sopra, nonostante la stessa sia stata oggetto di un’interrogazione parlamentare, nessun consigliere cui la stessa proposta è stata da noi inoltrata ne ha sostenuto il merito né ha proceduto a porla all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale che si terrà in data 26 febbraio.
Ci rammarichiamo che, ancora una volta, l’impegno e la competenza di cittadini che vogliono sollecitare le istituzioni comunali verso una virtuosa gestione della cosa pubblica, venga mortificato con un costante e reiterato negazionismo. Ribadiamo che uno dei principi cardine del Movimento 5 Stelle, cui il nostro meetup si ispira, è quello della democrazia partecipata, che a Senigallia, purtroppo, non costituisce evidentemente una priorità.

Nonostante la nostra proposta non sia stata, ad oggi, portata e discussa in Consiglio Comunale, che si sia “colto nel segno” lo dimostra il fatto che oggi i giornali scrivano che la Provincia di Ancona ha approvato il progetto definitivo per le vasche di espansione sul fiume Misa, proprio come 5 anni fa quando, sui giornali, l’assessore ai LL.PP. del Comune di Senigallia e l’assessore all’ambiente della Provincia di Ancona affermavano che nel mese di gennaio 2011 sarebbero iniziate le gare d’appalto dei lavori della “nuova opera per prevenire le esondazioni del Fiume Misa e salvaguardare la città”, ossia proprio di quelle stesse vasche d’espansione che il 3 maggio 2014 sarebbero certamente entrate in funzione.
Ci auguriamo che agli annunci seguano, questa volta, i fatti.

Come cittadini di Senigallia ringraziamo comunque il qualificato intervento della nostra Portavoce M5S alla camera Donatella Agostinelli, che ancora una volta si dimostra sensibile alle problematiche del nostro territorio.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura