SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia

Partiti i lavori nella palazzina andata a fuoco a Senigallia

L'Erap ha già fatto iniziare il consolidamento della struttura, due famiglie rientrano in casa

2.019 Letture
commenti
incendio in un palazzo del Vivere Verde di Senigallia

Sono partiti i lavori alla palazzina di via Umberto Giordanointeressata da un incendio nella mattinata di lunedì 5 gennaio. Contrariamente a quanto si sperava però, il ripristino di due delle abitazioni maggiormente interessate dalle fiamme e dal fumo sarà lungo: almeno sei settimane.

Al centro dell’intervento nell’edificio di proprietà dell’ERAP (Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica, della Provincia di Ancona) vi è infatti il ripristino della stabilità e dell’agibilità delle due abitazioni, oltre che della generica bonifica dal fumo che ha invaso diversi locali.

Due appartamenti sono già stati restituiti giovedì 8 gennaio alle rispettive famiglie che vi abitano: in queste due situazioni l’inagibilità tecnica era stata dichiarata solo a scopo precauzionale.
Negli altri due, ancora non abitabili, sono intanto stati effettuati i lavori di consolidamento: in particolare, in quella al secondo piano, dalla cui cucina sono scaturite le fiamme che hanno divorato praticamente tutto, preoccupava la stabilità del solaio come verificato anche dai Vigili del Fuoco intervenuti sul posto durante l’incendio e poi tornati per gli accertamenti. E’ stato quindi puntellato in modo da garantire l’accessibilità ai due fratelli residenti per riprendere alcuni effetti personali.
Nell’appartamento al terzo piano invece è il pavimento a destare più preoccupazione. I lavori di consolidamento già iniziati che al momento permettono l’accesso, dovranno poi essere completati con il ripristino del solaio e delle finiture per quanto riguarda i danni strutturali per poi passare all’impiantistica e restituire così, come ci conferma l’ing. Ferri del servizio manutenzione dell’Erap, la piena abitabilità nel giro di 60 giorni.

Al momento sono dunque solo due i nuclei familiari sistemati all’hotel Le Querce, messo a disposizione grazie ai servizi sociali del Comune di Senigallia: il dirigente, Maurizio Mandolini, ha già fatto sapere che si sta però cercando una soluzione alternativa data la tempistica non breve.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura