SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia Notizie augura buon compleanno a Giacomo Leopardi – VIDEO

Giuseppe Di Mauro interpreta "Alla luna" del grande poeta recanatese, nato il 29 giugno 1798

Netservice - Editoria on-line
Giuseppe Di Mauro

Il 29 giugno 1798 nasceva a Recanati Giacomo Leopardi. Il celebre poeta – tra i grandi geni della letteratura italiana e mondiale – non ha troppo bisogno di presentazioni, tanto sono ancora attuali i suoi versi.


Per celebrare la ricorrenza della nascita, l’attore senigalliese Giuseppe Di Mauro regala ai lettori di Senigallia Notizie la sua intensa interpretazione della leopardiana “Alla luna”, allo stesso tempo un omaggio alla grandezza dell’autore di Recanati.

In questa poesia il giovane Leopardi si rivolge alla luna e le racconta le tante sofferenze che impediscono ai suoi occhi ricoperti di lacrime di rimirarla nel suo splendore”, sottolinea Di Mauro, che evidenzia come la giovane età lasci tuttavia il poeta, “pur nella sofferenza, con più speranze rispetto a quanto si noterà qualche anno dopo nelle Ricordanze“.

Giuseppe Di Mauro – Alla luna

 

Commenti
Ci sono 2 commenti
cesare 2014-06-29 17:12:54
Poesia notissima e fra le più belle del Leopardi, in linea col suo sentire eternamente triste e doloroso. La luna eterna ispiratrice dei poeti, è da lui vista attraverso un occhio velato di pianto, nell'inguaribile soffrire, che del resto consacrò proprio l'affermazione e la notorietà del poeta. Un Leopardi senza dolore e sofferenza, infatti, non sarebbe più lui, snaturando totalmente la sua poesia. La luna è vissuta nella solitudine intimistica di chi la guarda, concedendo pure quasi un effettivo, sia pure mesto sollievo, nel "rimembrar delle passate cose".
La macerante tristezza del Leopardi, appare qui ancor più come nota principale e caratterizzante del suo stile.
Bravo, al solito, Giuseppe Di Mauro nella recitazione.
Vincenzo Prediletto 2014-07-01 11:06:26
L'intensa ed emozionante interpretazione di Giuseppe Di Mauro fa sì che le parole di Giacomo Leopardi penetrino fortemente nell'animo dell'ascoltatore invitandolo a riflettere consapevolmente sui misteri dell'universo, sulle sofferenze umane grazie alla complicità attrattiva della luna. Caro Giuseppe, grazie di questa "perla" che mi compensa del non essere potuto andare domenica a Recanati per un concerto in memoria di Giacomo nel giardino del Colle dell'Infinito, a causa della fastidiosa e perdurante laringite.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura