SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Degrado urbano: servono cestini e più pulizia a Senigallia

Cicconi Massi: "Il Comune vuole cittadini ordinati, ma prima garantisca la pulizia della città"

I settori che saranno interessati dal nuovo pacchetto-norme sul decoro urbano presentato a Senigallia

Attendo che l’Amministrazione Comunale presenti ufficialmente la propria proposta di regolamento di pulizia e decoro urbano, nella speranza che all’interno del documento vengano previste regole precise e sanzioni certe per le condotte che rendono la nostra città, soprattutto in alcune zone sporca e degradata.

Per poter esprimere compiutamente una valutazione, mi riservo di leggere il documento: per oravaluto positivamente l’iniziativa, anche se con qualche necessaria precisazione.

Ben vengano le regole che vietano di gettare mozziconi di sigarette e resti di gomme da masticare nelle strade, così come le disposizioni che regolamentino le deiezioni canine nelle strade, con la responsabilità dei padroni incuranti delle norme di buona convivenza civile.

Sì anche alle regole contro il vetro all’esterno dei locali pubblici e quelle anticipate dalla stampa contro il fenomeno dell’affissione abusiva di manifesti e volantini nelle strade.

Accanto a ciò spero che l’amministrazione intervenga anche fortemente nei confronti di tutte quelle forme di accattonaggio che stanno colpendo la nostra città.
Ormai è un problema sollevato da anni, ma deve necessariamente essere affrontato. Tutti i ragazzi stranieri che stazionano nelle aree di sosta del centro, del lungomare e dell’ospedale, ormai rappresentano un fenomeno patologico, che deve trovare una soluzione. Ricordo inoltre che nei mesi estivi queste persone bivaccano indisturbati all’aperto, in alcune zone centrali della città, come ad esempio l’area dell’ex Palazzetto del Turismo.

E se da un lato questi giovani possono rappresentare un problema per l’ordine pubblico, dall’altro è dovere dell’amministrazione affrontare la questione anche dal punto di vista sociale.
A ciò si aggiunga il più classico fenomeno di accattonaggio ai lati nelle strade ed in prossimità dei semafori: anche per questi fenomeni deve essere data una regolamentazione.

Se da un lato l’amministrazione decide di regolamentare e sanzionare, ponendo un decalogo di doveri per i cittadini è anche giusto ricordare che i cittadini che pagano le tasse e vivono nella nostra città vantano dei diritti nei confronti della propria amministrazione, che spesso non trovano pieno soddisfacimento.

Senigallia, in alcune zone è una città evidentemente sporca, anche perché il servizio di pulizia delle strade è inefficiente e sommario, oltre ad essere veramente troppo sporadico nel tempo e per di più alcuni rioni cittadini mancano quasi totalmente dei cestini porta rifiuti.

Se l’Amministrazione pretende ai cittadini con rigore il rispetto delle regole di civile convivenza e di ordine urbano, la stessa cosa i cittadini devono pretendere da parte degli organismi pubblici.

Serve un piano di implementazione del servizio di pulizia delle strade, soprattutto quelle periferiche, intervenendo in primis per tutte quelle pubbliche vie alberate che risentono maggiormente dei fenomeni stagionali e meteorologici, così come è necessario aumentare fortemente il numero dei cestini portarifiuti: uno cestino ogni isolato garantirebbe pulizia e non giustificherebbe più comportamenti scorretti da parte dei cittadini.

Commenti
Solo un commento
gio 2012-10-26 06:57:22
Una proposta interessante
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura