SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Da Mario Fiore (Vivi Senigallia) un bilancio sulla stagione estiva 2012

Il consigliere: "Per il futuro maggior coinvolgimento degli operatori turistici"

2.292 Letture
commenti
Senigallia Fireworks Festival

Arrivati a settembre si tracciano i primi bilanci di una stagione estiva che anche quest’anno, nonostante le difficoltà economiche, ha confermato Senigallia come una città viva, con tante idee, che vuole e sa come divertirsi e far divertire. Una stagione che va in archivio con qualche polemica di troppo ma che di fatto ha saputo valorizzare tanti eventi, a partire dal Fireworks festival, che con il suo spettacolo pirotecnico ha regalato tre entusiasmanti giorni di fuochi d’artificio, per poi proseguire con la Festa della Musica e gli ormai consolidati Caterraduno e Summer Jamboree, che hanno richiamato gente da tutta Italia e dall’estero con la presenza di tanti artisti di fama a livello nazionale e internazionale.

Il tutto senza dimenticare le mostre, tra cui quelle fotografiche diMario Giacomelli e di Tullio Pericoli, che vanno ad avvalorare un settore, quello culturale, su cui l’amministrazione ha da sempre puntato tantissimo in questi anni.

Inoltre la notte bianca della Rotonda, lo spettacolo delle Frecce Tricolori, il Festival del Giallo e i tanti altri appuntamenti estivi che hanno riempito la stagione turistica senigalliese.

E anche se qualcuno ha dovuto inevitabilmente rinunciare a qualche ora di sonno, la nostra città ha saputo, ancora una volta dar vita a tre mesi intensi e pieni di eventi, confermando e anzi ampliando la propria offerta turistica nonostante i tagli a cui inevitabilmente tutti i comuni sono dovuti andare incontro.

Il tratto caratteristico della nostra estate e’ la fidelizzazione dei nostri turisti a cui tutti noi teniamo e di cui dobbiamo essere orgogliosi perché dimostra che il lavoro che stiamo compiendo sta dando i frutti sperati.

Per il futuro, per mantenere gli standard di eccellenza durante la stagione estiva, auspico un coinvolgimento diretto degli operatori turistici che inevitabilmente hanno un importante giovamento da tutte le grandi manifestazioni che Senigallia ha saputo proporre.

Commenti
Ci sono 2 commenti
La Piaga di Velluto 2012-09-05 18:00:16
Qualche volta mi chiedo se Senigallia è una città o un'agenzia teatrale.
isabel 2012-09-06 15:28:28
CHAOS di alto grado dappertutto!
Al mare si sta disturbando da:
"VU CUNPRA", VOYEUR, UOMINI STUPIDI (cercando una avventura nella pausa di pranzo), GAY (chi fanno il suo "servizio" nelle canne), ESIBIZIONISTI etc........
Non mi piace la sabbia, perche sporco e fetente. I bagni sono affollati (1 metro quadrato a persona!!). Cosi sono costretto andare al mare nelle "piu belli e sporci posti".
In città, non ci parliamo!! Sempre rumore, trafico, c...i, caos, sporco, immondizia dove vai, etc.... Finora niente e pulito. Sono andata lungo mare a Cesano 1 ora fa - un l'unico mucchio di rifiuti!! Per me e sempre una sorpresa, che la gente non vergognarsi!!!!
Insomma, per riposarsi e necessario si va fuori, p. es. nelle laghi puliti in Austria e alla Baviera, dove la gente sono gentile e pulliti e rispetta l'ambiente! Dove il cibo e tutto costa meta e la qualita e excellente!!!! Insomma: DOVE E CULTURA!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura