SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il centenario di Marietta

Cento anni fa il martirio di Santa Maria Goretti

790 Letture
commenti

Maria Goretti fra passato e presente, una bambina che pur fermata per sempre con il martirio nei suoi dodici anni, seguita a crescere come figura e come messaggio. Una Bambina di Dio che cresce nelle coscienze. Il centenario del suo martirio è stata una occasione di studio e di meditazione che ci ha aiutato tanto. Chi si meraviglia della giovane età di questa santina-martire, non ricorda forse la voce di Dio al ragazzo Samuele e David, il più giovane degli otto figli di Eliab, consacrato con l’olio. E Maria, la madre di Gesù, non fu giovanissima Madre di Dio? E i due fanciulli di Fatima recentemente beatificati dal Papa, non ci ricordano che lo Spirito Santo soffia dove vuole e quando vuole? Che meraviglia allora se l’abbiamo ritrovata, Maria Goretti, nel tempio a 12 anni consacrata dalla umana violenza e a noi stupiti ha detto con il sangue: -Non sapevate che dovevo fare la volontà del padre mio?-. Ecco perchè nel Santuario di Corinaldo, nella casa natale di Marietta accorrono migliaia e migliaia di pellegrini, giovani, ragazzi, per accogliere i tanti messaggi della Martire, sempre più attuali per il nostro mondo schiavo del materialismo, della violenza, dell’odio!Quando fiorisce il gemito e il sorriso di una martire sappiamo che una giustizia è stata violata, un ordine infranto. Nel villaggio globale in cui viviamo, questo accade più spesso di quello che sarebbe comprensibile aspettarsi. E certamente la coscienza universale ne è sempre più scossa. Cresce l’indignazione e si alzano le difese. Qualche volta ci si smarrisce per la sensazione che la palude non investa il limitato spazio dell’agro romano ma che tracima nell’universo intero. E noi della speranza gli opponiamo il gemito e il sorriso di una Maria Goretti, la cui vita spesso è offerta solo come alimento edificante. L’anniversario del suo martirio che stiamo concludendo in Diocesi, in Italia, nel mondo, ci ha fatto capire quanto argine possa alzare contro il male odierno, questa piccola-grande Martire e quali coscenze nuove possa suscitare. Un argine che può sembrare fragile, perchè esile la sua figura e troppo breve la sua vita, nonostante questo ci accorgiamo che la sua morte-martirio nasce dalla Croce ed è indissolubilmente legata alla morte-martirio di Gesù e allora l’argine diventa robusto, la sua testimonianza forte ed efficace.don Franco Morico

La Voce Misena
Pubblicato Sabato 21 giugno, 2003 
alle ore 18:34
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno







Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura