SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, truffe online: la Polizia denuncia tre persone

I casi segnalati da due senigalliesi rimasti vittima di raggiri

1.519 Letture
commenti
Caparol Marche Color 2 - La soluzione per eliminare la muffa - Mondolfo
truffe on line, carte di credito, acquisti su internet

Proseguono i casi di truffe utilizzando lo strumento informatico che vede tante persone cadere nella morsa di truffatori recidivi che, approfittando della buona fede altrui, riescono a trarre buoni profitti dall’attività illecita.

Ed infatti, nel corso delle ordinaria attività svolte dal personale del Commissariato di Polizia di Senigallia, gli agenti, dopo aver acquisito due denunce da parte di due soggetti, hanno avviato gli accertamenti e sono riusciti a risalire all’identità dei truffatori.

Nel primo caso la venditrice, una giovane donna senigalliese, dopo aver messo in vendita dei pensili da cucina, ad una cifra di 500 euro, è stata contattata da un uomo: utilizzando un trucco ben noto, l’acquirente ha chiesto alla donna di effettuare una ricarica su una carta di pagamento che poi sarebbe stata restituita al momento del pagamento del prezzo del bene venduto. Successivamente ha anche chiesto di effettuare un’altra ricarica su un’altra carta. Così facendo la donna ha versato una cifra di circa 1000 e poi contattava l’acquirente per avere notizia del pagamento degli oggetti venduti e della restituzione della somma anticipata.

Da quel momento, l’acquirente si è reso irreperibile, gli agenti; dagli accertamenti condotti dalla Polizia è stato possibile risalire alle titolari delle carte ricaricate: due donne, M.A, 45enne originaria della Campania, e D.M.B. 19enne del Lazio, che sono state deferite all’autorità giudiziaria.

L’altro episodio di truffa ha riguardato un altro senigalliese che, interessato all’acquisto di un telefonino, ha avviato una trattativa via mail attraverso un apposito portale Rispondeva all’annuncio e provvedeva al versamento della somma richiesta dall’acquirente, pari a 250 euro, senza però ricevere il telefonino acquistato.

Dopo la denuncia gli agenti hanno verificato che anche in altri casi erano state accertate delle truffe compiute utilizzando il medesimo portale di vendite on line utilizzato dal denunciante.

I poliziotti sono così risaliti al titolare del sito di vendite, che risultava essere un soggetto, C. G., salernitano di 50 annicirca, titolare di una ditta operante nel napoletano, con numerose denunce per truffa. Anche in questo caso scattava la denuncia a carico dell’uomo.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!