SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Associazione ACADS e comunità nigeriana in piazza contro le discriminazioni

Indetta per venerdì 9 febbraio una manifestazione sulla scia dei recenti fatti accaduti a Macerata: partenza da piazza Saffi

Bonvini - Arredamenti parrucchieri
piazza Saffi

L’Associazione ACADS (Associazione Culturale Arancia Donna Subsahariana-Onlus) insieme alla Comunità Nigeriana promuove una manifestazione pubblica, il giorno venerdì 9 febbraio, dalle 18.30h alle 19.30h a Senigallia (raduno in piazza Saffi, corteo lungo corso 2 giugno, presidio e interventi pubblici in piazza Roma) dal titolo “Contro ogni violenza, contro ogni discriminazione e razzismo“.

Le tragedie avvenute a Macerata hanno colpito la nazione intera e specialmente la regione Marche. Le vittime sono state principalmente la giovane Pamela Mastropietro con i suoi genitori e gli immigrati feriti nella sparatoria. A tutti loro porgiamo un abbraccio di solidarietà, con l’auspicio che cose del genere non accadano più.

Non intendiamo restare indifferenti ad un clima sociale pieno di malessere, alimentato da paure indotte che poi creano xenofobia e diffidenza reciproca tra autoctoni e immigrati. Gesto di follia, patriottismo o razzismo? Il raid compiuto dal giovane marchigiano. Quest’ultimo sostiene di aver agito per vendetta. Sparare nel mucchio è ammissibile? Un crimine è nient’altro che un crimine, che sia commesso da un italiano o da uno straniero.

Niente di simile era accaduto prima in Italia e la nostra speranza è che non accada mai più, nè qui nè altrove. Chi subisce l’effetto boomerang in questo contesto sono i neri e gli immigrati in generale. I nigeriani non possono fare finta che non sia successo niente, perchè il giovane africano coinvolto nella morte di Pamela Mastropietro è nigeriano. Il suo agire criminale indirettamente ha messo in cattiva luce non solo i nigeriani ma tutti gli immigrati.

Ora la Comunità Nigeriana, l’ACADS, la Scuola di Pace “Vincenzo Buccelletti” di Senigallia, l’Amministrazione Comunale e la Diocesi di Senigallia, l’ANPI, l’Associazione Multietnica, la Consulta degli immigrati, la Comunità Albanese e i sindacati di zona intendono pubblicamente manifestare il loro dissenso ad ogni forma di violenza ed esprimono sincera solidarietà a tutte le vittime.

 

da: Associazione Culturale Arancia Donna Subsahariana

Commenti
Ci sono 2 commenti
boscaioloeremita
boscaioloeremita 2018-02-08 09:02:31
Care associazioni "culturali" il problema non è fare il tifo per l'uno o l'altro aspetto del problema generato dalle immigrazioni non regolamentate. E' capire le premesse, le prospettive e la attuale gestione del problema.
Dublino 1 del 1990 prevedeva il blocco dei migranti nel paese d'ingresso perché si temeva una invasione dei malcapitati tedeschi che scappavano dal regime comunista,dato che era in corso la demolizione del "Muro" e la riunificazione delle due Germanie avvenuta appunto nel 1990.
L'ultimo aggiornamento del regolamento di Dublino III (2013/604/CE) è stato approvato nel giugno 2013, in sostituzione del regolamento di Dublino II, e si applica a tutti gli Stati membri ad eccezione della Danimarca. Perché chi poteva non lo ha cambiato?
La legge Fini prevede il contingentamento in funzione delle necessità. E' ora inapplicabile semplicemente perché i "recuperi in mare" sono ampiamente superiori quanto sarebbe possibile consentire. Non sono berlusconiano, ma accusarlo di aver avvallato (o provocato) le torture di Gheddafi alla popolazione dei possibili immigrati quando Minniti sta facendo la stessa cosa scaricando le responsabilità sulle carceri libiche, mi pare un infruttuoso ed inutile tentativo di bilanciamento. La differenza se mai, è che ai suoi elettori stava bene, alla sinistra invece gli si fa credere che si tratta di deprecabili ma risolvibili incomprensioni e non la presa d'atto che la sensibilità della "accoglienza a prescindere" diffusa ( sempre meno) tra la sinistra è una strada semplicemente irrealistica..
Diciamo le cose come stanno!
A parte questo, di chi è la responsabilità di far uscire a piede libero chiunque lo voglia dai centri di identificazione? addirittura, prima della censura europea, accondiscendere al rifiuto di farsi identificare e rilasciare le impronte. Che senso ha
far credere che il problema sia "L'europa che non accoglie" quando è chiaro che il piano di ripartizione tra gli stati membri può solo riferirsi al 5-10% degli immigrati, cioè solo agli aventi diritto alla protezione internazionale . Che pure tale piano di ripartizione trova difficoltà attuative perché i paesi che hanno subito sanno ormai riconoscere le chiacchere ideologiche dalla realtà.
Che senso ha giustificare ed invocare"il transito verso l'Europa" quando si può constatare ogni giorno a Ventimiglia il respingimento degli illegali? Stessa cosa alle frantiera austriaca. Ignoranza, distrazione, propaganda o malafede?
Che senso ha "accogliere" per sei o 12 mesi quando si sa bene che non verranno piu' ripescati?
Che senso ha investire in "integrazione" anche in attesa di valutare se accoglibili o meno?
Perchè non assumersi la responsabilità di tenerli ben chiusi fino a che non sia riconosciuto il diritto di asilo o, in caso diverso, decidano spontaneamente di tornare a casa?
Certo , la sinistra perderebbe i voti dei "buonisti a prescindere" e non potrebbe giustificare i 5 miliardi prelevati ai contribuenti ed elargiti a cooperative o strutture di volontariato magari costituite allo scopo. Sono gli stessi operatori, e chi li sostiene, che si danno tanto da fare perchè l'andazzo continui in tal modo.......... Diciamo le cose come stanno!
fra77 2018-02-08 09:28:52
@boscaioloeremita. Scusa,ma ti stai sbagliando di nuovo. Dublino 3 (firmato da Letta) non ha sostituito Dublino 2 (firmato da Berlusconi e Lega). Dublino 3 ha modificato alcune parti di Dublino 2. Tra modifica come è stato realmente e sostituzione come dici tu c'è una enorme differenza.
Le modificazioni introdotte nel 2013 non hanno cambiato l’impianto generale del trattato di Dublino 2.
Questi sono i fatti.
Guarda,io non sono di sx e neanche di dx,non sono neanche ideologico.
Guardo le cose,mi informo,e se la dx ha fatto casini li giudico come la sx quando fa casini.
Ne più ne meno.
Qui però siccome la cosa è molto chiara non potrò mai dire che la dx che oggi si erge a rimpatriare 600000 immigrati sbattendosene di ciò che ha firmato e ratificato,non è credibile,proprio perché il problema lo ha aggravato. Se lo vuole fare bisogna che cambiano nuovamente i trattati firmati da loro stessi. Come ad esempio la legge elettorale fatta da Berlusconi e lega assieme al PD, che ora vogliono cambiarla nuovamente xche non funziona.
A me sembrano tutti ridicoli.
Allora qui il punto è un'altro!
Vogliamo fare i tifosi,oppure guardare le cose come sono?
Un saluto ai lettori.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!