SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Tutto pronto per la 26° edizione del Musica Nuova Festival

Lo spettacolo, previsto per venerdì 7 luglio presso l’Auditorium S. Rocco

Marcheinfesta.it
Piazza Garibaldi, Auditorium San Rocco

Il Musica Nuova Festival è giungo alla 26° edizione 2017, organizzato dall’Associazione Musica Antica e Contemporanea con il Patrocinio del Comune di Senigallia prevede, oltre alle esecuzioni musicali, incontri con famosi compositori, poeti, scrittori e musicologi tra i massimi esponenti della cultura italiana ed internazionale.

Nelle passate edizioni ha avuto più volte ospiti prestigiosi, quali i Maestri Franco Donatoni, Ennio Morricone, Salvatore Sciarrino, Roman Vlad, Francesco Pennisi, l’Orchestra A. Toscanini, Ada Gentile, Giacomo Manzoni, Giorgio Gaslini, Vittorio Fellegara, Enzo Restagno, Luciano Chailly, ecc…

Nel corso degli anni ha avuto il piacere di organizzare degli eventi che hanno letteralmente affascinato il pubblico: alcuni compositori contemporanei hanno appositamente composto musiche, con effetti davvero suggestivi, su liriche dei Poeti che erano presenti in sala come Edoardo Sanguineti, Mario Luzi, Franco Scataglini, Carlo Lucarelli, Maria Luisa Spaziani, Gianni D’Elia, Angelo Ferracuti, Francesca Merloni, Umberto Piersanti, Dacia Maraini, Patrizia Valduga, Valerio Magrelli, Maurizio Cucchi, e tanti altri; inoltre ha prodotto e pubblicato alcuni CD monografici relativi ai poeti e scrittori di cui sopra. Altrettanto entusiasmanti sono stati gli appuntamenti dedicati alla danza, alla pittura, al teatro, all’arte in genere in connubio con la nuova musica, a tal proposito sono stati ospiti diversi artisti come Pier Augusto Breccia, Giovanni Schiaroli, Mario Giacomelli, Mariano Rigillo, Vanessa Gravina, ecc…

Il secondo appuntamento del Musica Nuova Festival XXVI edizione 2017 prevede il connubio tra musica e poesia con lo scrittore e poeta MILO DE ANGELIS.

Tra le voci più significative della poesia italiana contemporanea, vive a Milano dove è nato nel 1951, la poesia di Milo De Angelis si è imposta per la sua tensione verticale, per la radicalità estrema della sua esperienza, per la capacità di esprimere il profondo disagio, il dolore dell’esserci, nei termini di una lingua e di uno stile potenti e senza artifici.

Una poesia, dunque, che va al cuore delle cose e al loro mistero, che lotta con l’oscurità e la perdita di senso dell’esistere, ma che sa anche trovare improvvisi squarci d’affettività e delicata sospensione. De Angelis avverte la necessità di una comunicazione, sempre intensa, con sorprendenti soluzioni narrative nelle quali si confronta con una quotidianità concreta, con “Tema dell’addio”, uno dei libri più importanti di questo inizio di secolo, offre un emozionante documento lirico sul senso del distacco partendo dallo sconforto e dalla grave ferita inferta dalla perdita di una persona cara. Tra le sue diverse pubblicazioni ricordiamo libri di poesie: Somiglianze (Guanda, 1976), Millimetri (Einaudi, 1983), Terra del viso (Mondadori, 1985), Distante un padre (Mondadori, 1989), Biografia sommaria (Mondadori, 1999), Tema dell’addio (Mondadori, 2005). Ha scritto una fiaba (La corsa dei mantelli, Guanda, 1979) e un volume di saggi (Poesia e destino, Cappelli, 1982). Ha tradotto dal francese (Baudelaire, Blanchot, Drieu La Rochelle) e dalle lingue classiche (Virgilio, Lucrezio, Antologia Palatina). Nel 2008, presso La Vita Felice, è uscito Colloqui sulla poesia, dove appaiono le sue principali interviste. Nello stesso anno viene pubblicato un volume che raccoglie tutta la sua opera in versi (Poesie, Oscar Mondadori). L’ultimo libro di versi è Quell’andarsene nel buio dei cortili (Mondadori, 2010).

Lo spettacolo, previsto per venerdì 7 luglio alle ore 21,30 presso l’Auditorium S. Rocco di Senigallia, inizierà con l’incontro con lo scrittore Milo De Angelis e la presentazione dell’ultimo suo nuovo libro “La parola data”, seguiranno l’esecuzione di diversi lavori commissionati a molteplici compositori contemporanei (Biasutti, Gianfreda, Maggio, Ciarlantini, Pelagatti, Magnoni, Macculi, Silvestrini, Porro), su testi di Milo De Angelis, recitati da Mauro Pierfederici ed eseguiti dal trio composto da Debora Marino al pianoforte, Leonardo Saracini al Flauto e Gianmario Strappati alla tuba.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!