Logo farmacieFarmacie di turno


Pasquini Dr.ssa Claudia
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, oltre 21 mila persone per la mostra “Sotto un’altra luce”

L'esposizione alla Rocca e alla Pinacoteca dei capolavori restaurati del territorio colpisce nel segno

Maurizio Mangialardi, sotto la pala della chiesa collegiata di San Medardo, di Luca Signorelli (Cortona, 1445/1523) intitolata "Battesimo di Cristo"

Si conclude con un successo di visitatori la mostra “Sotto un’altra luce. Antologia di opere restaurate dal territorio“.

L’esposizione, tenutasi alla rocca roveresca e alla pinacoteca diocesana di Senigallia, ha attirato ben 21.616 persone, dal 3 agosto al 3 novembre, registrando un continuo afflusso di senigalliesi e residenti nei vari comuni della valmisa, da cui sono state tratte le opere restaurate, e turisti che hanno approfittato dell’offerta turistica ampliata al settore culturale per godersi una fetta in più di questo territorio che non è solo mare e spiaggia.

Soddisfazionesu questo risultato è stata espressa dal sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, nella foto ritratto sotto la pala della chiesa collegiata di San Medardo, di Luca Signorelli (Cortona, 1445/1523) intitolata “Battesimo di Cristo“.
Esposizione di opere / mostra "Sotto un’altra luce. Antologia di opere restaurate dal territorio"Abbiamo percorso questa strada del turismo culturale in un momento – ha dichiarato Mangialardi – in cui dicevano che con la cultura non si mangiava. Ecco noi, con questo strepitoso successo, non solo abbiamo smentito queste affermazioni, ma siamo sempre più convinti che sia il modo giusto per risollevare il paese. Cultura e turismo salveranno l’Italia“.

Soddisfazione per un evento di rilievo nazionale che, con un investimento alla portata del Comune, delle Soprintendenze marchigiane e dello sponsor Fiorini, ha regalato alla città un altro record, quello di duplicare il successo del restauro della Madonna di Senigallia che in soli due mesi fece registrare oltre 20.000 presenze.

In questo caso i mesi di esposizione sono stati tre (inizialmente doveva chiudere i battenti al 13 ottobre, ma con la proroga è stata mantenuta aperta fino all’inizio di novembre) cercando di far coincidere il periodo di apertura con la ripresa delle attività scolastiche. Proprio questo tentativo ha portato alla Rocca roveresca e alla pinacoteca diocesana circa 600 studenti dai vari istituti scolastici del comprensorio in oltre 20 visite guidate.

Questo risultato è la base – continua il primo cittadino accompagnato dal dirigente alla comunicazione Paolo Mirti – per la prossima stagione culturale che si aprirà il 14 giugno con un grande evento dedicato alla pala del Perugino conservata (attualmente in restauro, grazie a una cordata di imprenditori locali) alla chiesa delle Grazie di Senigallia“.

Esposizione di opere / mostra "Sotto un’altra luce. Antologia di opere restaurate dal territorio"Conferenza stampa finale per la mostra "Sotto un’altra luce. Antologia di opere restaurate dal territorio"Esposizione di opere / mostra "Sotto un’altra luce. Antologia di opere restaurate dal territorio"

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura