SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia chiede al governo di ripristinare gli sgravi per le imprese che assumono

La proposta della Città Futura e di Monachesi approvata nell'ultimo Consiglio comunale

1.137 Letture
commenti
Una manifestazione per il lavoro in Italia

L’ultimo Consiglio Comunale, su proposta della Città Futura e del Presidente Monachesi, ha votato pressochè all’unanimità un O.d.g. che chiede al governo nazionale il ripristino degli sgravi contributivi previsti per le imprese che assumono i lavoratori licenziati, anche in forma individuale, da  aziende con meno di 15 dipendenti, che erano a tempo determinato e per giustificati motivi oggettivi (diminuizione di lavoro).


Per una” dimenticanza” dell’ex-ministro Fornero, tali sgravi non sono più finanaziati dalla legge di stabilità del dicembre 2012!. Il consigliere Giacchella, delegato dal Sindaco per i problemi del lavoro, ha fornito a tutti i Consiglieri e alle associazioni di categoria della Città dati importanti su cui riflettere e lavorare. Nei giorni dei ringraziamenti agli Italiani per i sacrifici fatti e al precedente governo Monti per la chiusura della “Procedura di infrazione” , la Città Futura vuole ricordare che alcune categorie hanno molti più meriti di altre.

Innanzi tutto coloro che dopo più di 40 anni di lavoro continueranno a lavorare altri anni prima di poter andare in pensione; i lavoratori dipendenti privati, che lavoreranno in condizioni peggiori e con garanzie sempre più labili; i lavoratori pubblici con il contratto boccato da 3 anni e che continuerà ad essere bloccato.
Poi gli imprenditori onesti che pagano tasse insostenibili e subiscono la concorrenza sleale di chi non le paga. Infine  tutti gli Italiani che hanno pagato l’IMU anche sulla prima casa.

Non vanno ringraziati gli scudati, evasori di lungo corso; chi affitta parzialmente in nero case, uffici, esercizi commerciali come negozi, bar, pizzerie,ristoranti e alberghi. E’ la rendita parassitaria che strozza chi lavora e spinge all’evasione e all’elusione per sopravvivere! Senigallia non è esente da questo fenomeno.

A Senigallia nonostante l’attività legata alla stagione turistico-balneare abbia retto alla crisi, in controtendenza con il resto delle Marche, i contratti a tempo determinato sono diventati quasi totalmente contratti a lavoro intermittente, con grave danno contributivo per i lavoratori del settore.

Non ringrazieremo il ministro Fornero che ha fatto pesantemente contribuire alla chiusura della “Procedura di infrazione” gli esodati, gettando nella disperazione centinaia di migliaia di famiglie e la ricorderemo anche per aver risparmiato sulla categoria meno protetta di lavoratori come quelli oggetto dell’O.d.g. in questione.

Per queste ragioni il Consiglio Comunale impegna il Sindaco a inviare tale appello a tutti i Parlamentari eletti nelle Marche e quindi in modo particolare al Presidente del Consiglio dei Ministri, Letta.

Commenti
Ci sono 3 commenti
Lavoratore Autonomo 2013-06-02 17:07:20
Scusate ma non è la proposta di Alfano? Adesso ho capito perché state tutti insieme perché ormai tra voi e il PDL non c'è più nessuna differenza. E poi che cosa ne sa di lavoro (...omissis...) che è un dipendente pubblico? E (...omissis...)? Idem con patate. E poi (...omissis...) che non ha mai lavorato in vita sua? Smettetela di fare finta di preoccuparvi di cose che non conoscete e cominciate a pedalare, parassiti !!!!
Lampa Dino 2013-06-02 21:41:52
Ahahahahahahahahahahahahahaha il consigliere Giacchella delegato dal Sindaco per i problemi del lavoro. Ahahahahahahahahahahahahahahaha il partito dei dipendenti pubblici che chiede di assumere i disoccupati. Andate prima a lavorare e poi capirete, parassiti pubblici
Rione 2013-06-02 22:50:07
Un O.d.G., come tanti di questa amministrazione, che oggettivamente non serve a nulla. Siete noiosi.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!