SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il poeta Salvatore Ritrovato in biblioteca a Senigallia martedì 30 gennaio

L'autore, dialogando con Fabio Ciceroni e Lorenzo Franceschini, presenterà il suo ultimo libro "La circonferenza della vita"

Elda Boutique Senigallia (AN) - Inverno 2023/24
Il poeta Salvatore Ritrovato a Senigallia

Martedì 30 gennaio alle 17.30 alla Biblioteca Antonelliana di Senigallia verrà presentato l’ultimo libro di poesie del poeta e docente universitario Salvatore Ritrovato.

Il volume, dal titolo La circonferenza della vita, è stato pubblicato da Marcos y Marcos nel luglio del 2022, e si distingue per “una franchezza che rende l’autore capace di cantare la vita in tutte le sue sfaccettature, dalle più prosaiche alle più liriche ed alle più tragiche” (da una recensione di Lorenzo Franceschini).

Il poeta Salvatore Ritrovato a SenigalliaDialogheranno con l’autore Fabio Ciceroni e Lorenzo Franceschini.

Si ringrazia il Comune di Senigallia, la libreria “Sapere”, l’Università delle tre età di Corinaldo, il gruppo di lettura “Letto per Diletto”.

Proponiamo qui di seguito, dopo la nota biografica del poeta, una poesia tratta dalla raccolta, come saggio dei versi in essa contenuta.

Nota biografica

Salvatore Ritrovato, autore di diverse raccolte di poesie (ultima, La circonferenza della vita, Marcos y Marcos, 2022) e di saggi (tra i quali La differenza della poesia, puntoacapo 2017, e La poesia e la via. Saggi sulla letteratura e la salvezza, Fara 2020), vive a Urbino, dove insegna.

 

 

Fine dell’’Impero’

fratri optimo maximo

Per caso quella notte ci portava nel cuore del suo impero.

Laggiù le ragazze hanno la pelle dal profumo di caffè

le parole precise e lente, gli occhi di seta.

Sorseggiano nell’ombra del sofà le nostre confidenze.

I loro tacchi a spillo sono il ricordo di un altro secolo.

Ma come in un gioco dell’oca, girammo la casa senza risultato.

Dov’era finito quell’antico governo? e del suo languido

contrabbando di ammiccamenti che ne era?

Una scenografia di cartapesta, la passata gloria.

Ieri, nell’ultimo locale mi affacciai come un ladro

che scappa a una pioggia molle, indolente.

E anche là dell’impero avanzava soltanto un simulacro:

potevi scegliere in che silenzio essere dimenticato.

Al bar dove le ragazze si fermano a sorridere senza meta

si stappa un Moët & Chandon, è uno che le conosce.

Le ragazze si sciolgono, con elegantissima scusa mi allontano.

Fuori le vie rabbuiano come vene secche

nel cuore della notte dove oggi regna l’inverno.

31 gennaio 2015

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura