SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Comune di Senigallia: “Ecco come funzionano le grate del Fosso Sant’Angelo”

L'Ente precisa in seguito alle proteste dei cittadini che hanno subìto allagamenti, i quali si aspettavano la loro apertura

6.009 Letture
commenti
Grate del fosso Sant'Angelo durante la piena del 16 maggio 2023

In merito agli articoli apparsi sulla stampa locale relativi al funzionamento delle grate del fosso di Sant’Angelo posta in prossimità della statale, gli uffici comunali precisano quanto di seguito.

Nell’anno 2000 l’Amministrazione Comunale ha realizzato i lavori per costruire un nuovo scarico a mare, sostituendo il manufatto scoperto con 6 tubazioni in polietilene del diametro di cm. 120 e una tubazione per la portata di magra, del diametro di cm. 60.

Le tubazioni di cui sopra, poste sotto la sabbia, confluiscono sulla cameretta di raccolta in calcestruzzo su cui sono istallate altrettante portelle per far defluire l’acqua del fosso.

Poiché questa scelta progettuale comportava una modifica della sezione del fosso, suddividendola nelle tubazioni sopradette di piccola sezione, l’allora Genio Civile impose l’inserimento delle grate a maglie larghe poi posizionate.

Le grate, infatti, hanno lo scopo di trattenere il materiale grossolano (detriti, rami, tronchi, erba, ecc.) che trasportato dalle piene del fosso finirebbe con l’ostruire le tubazioni più piccole con inevitabile tracimazione dell’acqua.

Per questo la presenza delle grate in fase di piena è necessaria dal momento che se l’imboccatura ne fosse sprovvista, entrerebbero i predetti materiali che si fermerebbero nella parte terminale delle tubature più strette, da dove sarebbe poi impossibile la loro rimozione e determinerebbe una totale ostruzione dello scolo.

Ad ulteriore riprova di quanto detto, va precisato che con Delibera n° 309 del 2019, della Giunta Comunale di Senigallia, veniva approvato apposito capitolato nel quale è stato affidato alla ditta appaltatrice la rimozione e lo smaltimento dei detriti depositati immediatamente a monte della griglia di fosso Sant’Angelo a seguito di eventi meteo straordinari.

Allegati

Un video diffuso su Facebook che documenta la chiusura delle grate. Nei commenti la rabbia di molti cittadini.
(Video e commenti visibili ai soli iscritti del Gruppo FB Sei di Senigallia se…)

Commenti
Ci sono 3 commenti
fra77 2023-05-17 20:49:22
Salve,l’autore di questo filmato sono io che l’ho fatto divulgare su FB non avendo personalmente Facebook.
Ne ho tanti altri che farò visionare ai legali che ne faranno richiesta quando verrà fatta eventuale denuncia nelle sedi opportune.
Le grate sono fatte si per fermare i detriti (detriti che magari dovevano essere rimossi con la pulizia del fosso) questo lo sanno anche i bambini,ma in presenza di piena non è tollerabile che non se ne sia stata alzata nemmeno una,dico una delle 5.
Dopo due ore ed una parte del quartiere totalmente allagata con danni ingenti,è stata aperta una paratia e nel giro di 5 minuti il livello dell’acqua è sceso a riprova che si poteva fare senza otturare la parte finale delle tubazioni a mare,cosa tra l’altro non avvenuta.
Mi spiace che invece di chiedere scusa ai cittadini coinvolti Vi aggrappate a tecnicismi teorici anziché pratici e funzionali come avvenuto dopo l’apertura di una paratia.
Tutto questo non fa altro che alimentare disgusto e arrabbiature.
Reputo quindi un danno che si poteva evitare benissimo e personalmente ritengo che la Vostra amministrazione non ha scusanti su questo.
sirinaldo 2023-05-17 23:05:22
Se le griglie devono rimanere chiuse per i motivi elencati nell'articolo, perché non si dotano di uno sbrigliatore oleodinamico automatico da fare funzionare in caso di necessità?
octagon 2023-05-18 12:37:52
Senza andar a cercare meccanismi che in caso di alluvione se va via la corrente non funzionano, basta posizionare un bob-cat con un ragno, anche sopra il ponte, c'è un giardinetto, ci si arriva benissimo, toglie di continuo i legni ecc, se poi si posiziona un camion la si porta via immediatamente. Questo si può attivare in caso allerta meteo anticipatamente. Poi riguardo all'articolo, si, sono scuse che non reggono, avete toppato anche questa volta, poi suggerisco che a furia di passare le macchine spazzatrici per le strade, passando a bordo marciapiede, la spazzola getta tutto dentro i tombini.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno