SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
BCC Ostra e Morro d\'Alba - Albanostra - Assistenza spese sanitarie

A Senigallia, Sudarìa Festival: modello di dialogo tra popoli e culture – VIDEO

Dal 15 al 17 settembre prima edizione con presentazioni letterarie, workshop, concerti, anteprime musicali e mostre itineranti

Elisa Mauro, ideatrice di Sudarìa

Sudarìa è il primo festival di connessione culturale che mira a promuovere autori, artisti e musicisti del Sud, a Senigallia, cornice incantevole della riviera adriatica marchigiana.

Presentazioni letterarie, workshop, concerti, anteprime musicali e mostre d’arte itineranti animeranno la tre giorni di cultura contemporanea programmata per il 15, 16 e 17 settembre 2022 dal pomeriggio fino a tarda sera.

“È il Sud nelle sue declinazioni, – spiega l’ideatrice del Festival, la scrittrice Elisa Mauro in connessione fisica con il Centro attraverso il mare. Con questo format abbiamo ricreato un coacervo di storie e rappresentazioni in grado di cogliere gli aspetti di un mondo che cambia, che chiede di aprirsi a nuove prospettive e che sa mescolarsi a diverse identità”.

Sudarìa 2022 - locandinaTanti gli ospiti presenti: dagli scrittori più amati, come AntonellaCaputo, Omar Di Monopoli, Livio Romano, Salvatore Basile, ai musicisti Ninotchka eGiorgioConsoli, con le sculture di Antonio Cavallo e i racconti musicali del giornalista Massimo Cotto, speaker di Virgin Radio, e del cantautore Ernesto Bassignano. Sudarìa riempirà i suggestivi spazi di Palazzetto Baviera, della Biblioteca Antonelliana e della Rotonda a Mare di Senigallia.

Un appuntamento da non perdere – spiega ancora la scrittrice salentina e fondatrice del blog multiautore L’auditoriu, uno dei media partner dell’evento – che vedrà coinvolti nomi illustri del panorama artistico nazionale e internazionale, affinché i nostri Sud incontrino il cuore dell’Italia in una contaminazione che perde i confini dello spazio fisico per diventare anima attraverso il linguaggio universale dell’arte”.

Sudarìa 2022Sudarìa è dunque sincretismo,emozione, visione. È Mediterraneo antico e moderno e viatico di riscoperta di ciò che siamo:Si tratta di un condensato di musica, arte e romanzi, – racconta Saverio Cavallo, organizzatore e promotore culturale di Sudarìauno spazio che racchiude la perfetta connessione tra le antiche culture del Sud con le nuove. Per me Sudarìa è un mosaico infinito di colori, suoni e parole”.

Non solo un Festival, ma un progetto di collaborazione che trova il suo senso nella promozione di una nuova coesione sociale e culturale dell’Italia, da subito sposato con entusiasmo da Regione Marche, dal Comune di Senigallia dal Comune di Taranto e dall’Università del Salento.

Come spiega Serena Mellone, Presidente di Armonie Circolari A.p.s.: “La nostra Associazione si occupa da sempre di promuovere il Sud, la sua identità e la sua cultura sposando eventi come Sudaria insieme a tutte le proposte di spessore tese a raccontare i Meridioni quali crocicchi di dialogo e incontro. Partire da Taranto per raggiungere una Regione ridente e accogliente come le Marche non poteva rappresentare per noi occasione migliore”.

Presentazione Sudarìa Festival 2022Aderire a un progetto come Sudaria– afferma Silvio Nocera, giornalista, organizzatore e promotore del Festival – significa per me tornare alle radici.Come calabrese e come componente dell’associazione culturale Fidem, che ha subito sposato l’iniziativa, da anni mi occupo della nuova centralità dei Sud che trovano il loro senso nell’identità mediterranea. Il Sud non è solo un’immaginario, ma una prospettiva e un orizzonte di sviluppo che, passando per la cultura, suona la sveglia a tutto il sistema-paese. Un Paese – conclude il giornalista reggino – che è ora di riunire in una comunione di intenti dove ognuno è chiamato a fornire il proprio contributo”.

Oltre ai patrocini della Regione Marche, del Comune di Senigallia, tra i promotori e i sostenitori di Sudarìa Festival ci sono anche la prestigiosa Università del Salento, Puglia Promozione, CNA di Senigallia e Ancona e tra gli sponsor principali realtà imprenditoriali virtuose e foriere di eccellenza, particolarmente sensibili alle inedite forme di connessione culturale come quella proposta da Sudarìa Festival.

Come spiega infatti il Presidente di CNA Senigallia, Carlo Schiaroli: “Il confine fra arte e artigianato da sempre è qualcosa di sottile e impercettibile. La bellezza del fare si mescola con il fare bellezza. E questa visione del mondo unisce i territori con una vocazione artigianale e una predisposizione alla bellezza. Essere a fianco di Sudarìa Festival è qualcosa di naturale per CNA, una grande occasione di racconto e contaminazione“.

 

PROGRAMMA DI SUDARÌA FESTIVAL EDIZIONE 2022

LIVIO ROMANO PRESENTA A PELO D’ACQUA (Les Flâneurs)

Giovedì 15 settembre ore 18.00 PALAZZETTO BAVIERA

Dialogherà con l’autore Fabrizio Marcantoni

Livio Romano è professore, scrittore e giornalista. Collabora con le pagine culturali delle più importanti testate nazionali a livello locale (Corriere della Sera, La Repubblica). Il suo romanzo Niente da ridere, edito da Marsilio nel 2007, è messo in scena allo Smoke Alley Theatre di Dublino ottenendo un grande successo di pubblico. La sua ultima opera, intitolata A pelo d’acqua e pubblicata dalla casa editrice pugliese Les Flâneurs, sarà presentata nella giornata d’apertura di Sudarìa Festival.

ANTONELLA CAPUTO PRESENTA QUANDO SAREMO GRANDI (Les Flâneurs)

Giovedì 15 settembre ore 18.00 PALAZZETTO BAVIERA

Dialogherà con l’autrice Fabrizio Marcantoni

Antonella Caputo, scrittrice e insegnante di origini bresciane. Affonda le sue radici nel Salento dove scrive il suo primo apprezzato romanzo Senza biglietto di ritorno. A Sudarìa, in compagnia del suo compagno di vita Livio Romano, nella stessa giornata inaugurale presenta la sua ultima fatica editoriale Quando saremo grandi pubblicata da Les Flâneurs.

GIORGIO CONSOLI IN CONCERTO CORALLI COTTI A COLAZIONE TOUR

Giovedì 15 settembre ore 20.30 ROTONDA A MARE

Giorgio Consoli, artista poliedrico e frontman del gruppo salentino Leitmotiv, è il protagonista di un’opera musicale recitata Coralli cotti a colazione che presenterà con il musicista Domenico Cartago in anteprima durante la serata del 15 settembre.

NINOTCHKA IN CONCERTO TEMPORALITÀ TOUR
Giovedì 15 settembre ore 21.30 ROTONDA A MARE

Ninotchka è un progetto musicale elettronico diretto dal producer salentino Mimmo Pesare. Con la sua band composta da Marco Ancona, Ester Ambra Giannelli e Giorgio Consoli, presenta l’album d’esordio Temporalità a Sudarìa durante la serata del 15 settembre presso la Rotonda sul mare.

SALVATORE BASILE PRESENTA CINQUECENTO CATENELLE D’ORO (Garzanti)

Venerdì 16 settembre ore 18.00 PALAZZETTO BAVIERA

Dialogherà con l’autore Fabrizio Marcantoni

Venerdì 16 settembre alle ore 18.00 al Palazzetto Baviera Salvatore Basile, autore e scrittore di successo, presenta il suo ultimo romanzo Cinquecento catenelle d’oro edito da Garzanti. Salvatore Basile nasce a Napoli ma vive a Roma dove lavora come sceneggiatore, scrittore e regista. Tra le sue numerose sceneggiature di successo: Ultimo, San Pietro, Cime tempestose, Fuga per la libertà, Giovanni Paolo II, L’uomo che cavalcava nel buio. È ideatore, tra le altre, delle serie tv Il giudice Mastrangelo, Il restauratore, Un passo dal cielo, e Una pallottola sul cuore.

CONTAMINAZIONI IN MUSICA: FOLK E ROCK TRA I SUD DEL MONDO

WORKSHOP CON MASSIMO COTTO ED ERNESTO BASSIGNANO

Venerdì 16 settembre ore 21.00 ROTONDA A MARE

A seguire presso la Rotonda a Mare di Senigallia, Massimo Cotto ed Ernesto Bassignano terranno un seminario sulla musica e le contaminazioni dal Sud. Si tratta di due celebrità: il primo è il più famoso speaker italiano e biografo musicale di fama, su Virgin Radio conduce una delle più belle trasmissioni radiofoniche; il secondo, cantautore e giornalista, è un maestro della musica d’autore impegnata. Bandiera negli anni ’70 insieme a Venditti, Lo Cascio e De Gregori, del Folkstudio, l’autore di Moby Dick e della famosa trasmissione radiofonica in onda su Radio Rai 1 Ho perso il trend, in compagnia di Ezio Luzzi, ha saputo alternare la sua vita tra musica, politica e satira.

OMAR DI MONOPOLI PRESENTA BRUCIA L’ARIA (Feltrinelli)

Sabato 17 settembre ore 18.00 BIBLIOTECA ANTONELLIANA

Dialogherà con l’autore Fabrizio Marcantoni

Chiude Omar di Monopoli: bolognese naturalizzato salentino, è scrittore e giornalista dal grande talento innovatore, capace di declinare la lingua e i suoi dialetti in uno stile unico e riconoscibile. Il 17 settembre presso la Biblioteca Comunale Antonelliana presenterà il romanzo Brucia l’aria, edito da Feltrinelli.

15 – 16 -17 SETTEMBRE MOSTRA ITINERANTE
CHIOSTRO DI PALAZZETTO BAVIERA
PASSARELLA ROTONDA A MARE
BIBLIOTECA ANTONELLIANA

Ampio spazio anche all’arte contemporanea, con le opere del Prof. Antonio Cavallo, scultore e mosaicista pugliese, in esposizione permanente durante tutto il Festival.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura