SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’artista Maria Cristiana Fioretti al Rotary club Senigallia

Nell'incontro si è parlato dei codici di lettura di un'opera d'arte

Maria Cristiana Fioretti al Rotary Club Senigallia

La pittrice e scultrice Maria Cristiana Fioretti è stata ospite di un interessante incontro organizzato dal Rotary club Senigallia nel corso del quale ha spiegato quali sono gli elementi attraverso i quali la creatività prende forma, ha illustrato come si concepisce un’opera d’arte e, in particolare, ha messo in luce come la stessa vada letta ed interpretata dallo spettatore che le si avvicina.

Originaria di Cingoli, dopo gli studi all’Accademia di Macerata, Fioretti ha insegnato nelle Accademie di Palermo, Catanzaro e Torino; dal 2004 è Titolare della cattedra di Cromatologia all’Accademia di Belle Arti di Brera mentre, dal 2019 al 2021, è stata Direttrice della Scuola di Decorazione della medesima Accademia. Vive e lavora tra Milano e Mentone, si sente cittadina del mondo ed ha esposto le sue opere in mostre personali e collettive allestite in numerosi paesi.

Dopo il saluto e l’introduzione del presidente Giovanni Consalvo Traina, la relatrice ha spiegato quanto sia essenziale studiare e informarsi per meglio capire cosa voglia comunicarci l’autore ma, altrettanto importante, è anche riuscire a contestualizzare l’opera all’interno del periodo storico nel quale è stata realizzata; il linguaggio espresso dall’artista infatti, non può prescindere dall’ambito culturale e sociale ma nemmeno dal contesto politico ed economico nel quale egli ha vissuto e lavorato. Durante la sua relazione, spaziando dal Rinascimento al Barocco, passando dal Romanticismo all’Impressionismo per arrivare ai capolavori di Vincent Van Gogh e Pablo Picasso, Fioretti ha evidenziato il legame che unisce l’autore alla sua opera.

Concludendo la relazione descrivendo la sua personale produzione artistica, ha dichiarato “Il colore è un mezzo della percezione, appare nello sguardo e si palesa sotto luci differenti. Al colore affianco la luce che presenta infinite possibilità di realizzare sempre nuovi oggetti, ambienti e dimensioni fluide per dare vita a opere di forte impatto emotivo e scenografico”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura