SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mobilità elettrica, la situazione in Europa e in Italia: come ricaricare la propria auto

Una panoramica sulla mobilità elettrica in Italia e in Europa. Come si ricarica l'auto elettrica: costi e metodi

Mobilità elettrica, auto elettriche, ricarica elettrica

La mobilità elettrica è un tema particolarmente caldo in questo momento, soprattutto alla luce dei piani europei relativi al processo di decarbonizzazione. In sintesi, le auto elettriche rappresentano uno dei pilastri di un piano che, nel giro di pochi anni, vedrà il definitivo abbandono dei combustibili fossili.

Con il tempo, dunque, anche chi ancora non conosce quali sono le possibilità offerte dal settore dell’e-mobility e le istruzioni da seguire quando si possiede un’auto di questo tipo, potrà assimilare le informazioni principali. Si tratta quindi di un argomento che merita un approfondimento, così da capire qual è la situazione attuale in Italia e in Europa.

Una panoramica sulla mobilità elettrica in Italia e in Europa

Se si considera la situazione della Penisola, si scopre che nel 2021 oltre il 220% delle nuove auto comprate dagli italiani appartiene al settore dell’elettrico. Si tratta di una percentuale da record, che testimonia un’attenzione sempre più crescente nei confronti di questa particolare alimentazione. Certo, i dati italiani – benché positivi – sono ancora distanti da quelli registrati da altri paesi europei e non solo. Di contro, tanto basta per consentire allo Stivale di contribuire ad un obiettivo notevole: entro il 2033, infatti, la vendita di automobili elettriche supererà quella di tutte le altre alimentazioni messe insieme.

Se si allarga lo sguardo verso il panorama europeo, poi, si nota che diversi paesi hanno registrato ottimi dati quest’anno, come nel caso della Francia, della Germania e dei Paesi Bassi. È importante sottolineare alcuni motivi alla base di questo successo. Per prima cosa, le case automobilistiche hanno deciso di investire parecchio sul comparto elettrico, al punto che alcuni produttori hanno già mandato in pensione le altre alimentazioni (o lo faranno presto). In secondo luogo, una larga fetta del merito va data anche agli automobilisti, che si sono resi conto della necessità di fare la propria parte a favore dell’ambiente.

Come si ricarica l’auto elettrica: costi e metodi

È importante sottolineare che uno degli ostacoli maggiori per un’ulteriore diffusione delle auto elettriche in Italia è lo scarso numero di colonnine attualmente a disposizione. Si auspica, da qui a breve, ad un netto miglioramento in tal senso, al fine di poter sfruttare per completo il potenziale di queste vetture. Ad ogni modo, tra le ultime novità che agevolano il successo di questo scomparto, come spiegano alcune guide online, vi è la possibilità di ricaricare la propria auto elettrica anche a casa. Basterà spendere, tramite abbonamenti specifici, una cifra che si aggira attorno ai 25 euro mensili per 70 kWh, fino ad arrivare a 45 euro al mese per 145 kWh, e si avrà l’opportunità di sottoporre la propria vettura a ricarica tra le proprie mura domestiche, senza dover ricorrere alle poche colonnine presenti in città, che nella maggior parte dei casi sono a corrente alternata, con una potenza massima limitata e prevedono tempi d’attesa piuttosto lunghi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura