SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
GDA Moda - Natale 2021 - Abbigliamento Senigallia

Nuovo Regolamento servizio rifiuti: “Presto sacchetti trasparenti per l’indifferenziata”

Campanile: "Ma non si parla di pulizia arenile, non si è pensato a osservatorio, non è stata considerata idea di raccolta puntuale"

1.963 Letture
commenti
raccolta differenziata, gestione dei rifiuti urbani

Nella VI Commissione (Bilancio) giovedì scorso, 9 dicembre, è stato presentato il nuovo Regolamento per la gestione del servizio rifiuti che dovrebbe sostituire quello attuale del luglio 2012.

Sessantaquattro pagine fitte fitte, 54 capitoli, 36 allegati che sono stati presentati (è un eufemismo) dall’Assessore Elena Campagnolo in pochi minuti. Peggio ancora, il documento scritto, in molte parti corrispondente al precedente, non ha avuto neanche l’accortezza di evidenziare le modifiche come è prassi in queste circostanze, in modo da concentrarsi subito sulle variazioni.

Perché tanta sciatteria da parte dell’Assessore Campagnolo? Non ha senso pensare ad un atteggiamento dispettoso e quindi una possibilità rimane quella che l’Assessore sia venuto impreparato in Commissione e per evitare brutte figure “ha sbrigato la pratica” in quattro e quattr’otto rimandando il tutto all’aula consiliare dove è diventata una abitudine del centrodestra non rispondere sempre ai quesiti o alle interrogazioni.

Per i cittadini cambieranno poche cose, a partire dall’obbligo di utilizzo di sacchetti trasparenti per l’indifferenziata (probabilmente per controllare senza aprire il sacchetto), un passaggio di competenze gestionali per i tre centri di raccolta (davanti ai pompieri, Sant’Angelo e Marzocca), un elenco aggiornato di multe (basato sul barbarico metodo del minimo e del massimo che lascia spazio all’arbitrio e all’incertezza), una maggiore attenzione al trasporto “creativo” dei rifiuti per conto terzi, l’innalzamento a 7 unità abitative per essere considerato condominio mentre è confermato il servizio di raccolta degli ingombranti.

Il nuovo Regolamento non parla però della pulizia dell’arenile in considerazione del fatto che le concessioni balneari non sono più stagionali ma annuali e quindi occorre tener conto di questo cambiamento anche per le competenze derivanti dalla pulizia iniziale.

Non è stato pensato poi un “Osservatorio” per monitorare l’evolversi del servizio ed apportare correzioni eventuali come pure non è stata neanche presa in considerazione l’idea della raccolta “puntuale” che permetterebbe, sulla scorta di esperienze già maturate, di aumentare la quantità di recupero.

Gira e rigira anche per il Regolamento dei rifiuti la Giunta Olivetti non butta a mare quanto fatto dal centrosinistra e si aspetta fiduciosi di capire in che cosa si traduce la rivoluzione tanto decantata in campagna elettorale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura