SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova

“Strada del Giardino e Borgo Marzi a Sant’Angelo? Forse non si asfaltano dall’800”

L'ironica lettera di un lettore al sindaco di Senigallia: "Un Comune a vocazione turistica deve valorizzare le sue vie caratteristiche"

1.914 Letture
commenti
Borgo Marzi a Sant'Angelo di Senigallia

Egr. Sig. Sindaco pro tempore del Comune di Senigallia,
credo che l’ultima asfaltatura della Strada Giardino e di Via Borgo Marzi sia stata eseguita il 30 Aprile 1815, quando per Senigallia transitò l’esercito austriaco al comando del generale Nieperg (poi amante di Maria Luisa, moglie di Napoleone, esiliato a Sant’Elena) per congiungersi su Ancona con il Generale Bianchi diretto verso Tolentino per scontrarsi con il re di Napoli, ex Maresciallo di Napoleone, Gioacchino Murat.

Le cronache del tempo non lo dicono ma, sembra, che un contingente di artiglieria salì a Sant’Angelo attraverso la strada Giardino che, appunto, asfaltò per la prima volta, per proteggere dall’alto l’avanzata e la retroguardia dell’esercito. Qui si acquartierò per qualche giorno. Le rovine degli alloggiamenti sono ancora visibili in via Borgo Marzi (nei pressi della Chiesa) e servono tuttora, a quanto pare, senza interventi posteriori, a qualche abitante del luogo, ivi residente. Il contingente ridiscese per via Borgo Marzi che fu costretto ad asfaltare, anche questo, per la prima volta.

Sembra che da allora le strade del e che portano al Borgo non siano più state asfaltate da nessun Governo centrale o Autorità locale!! Per lo meno le cronache non ne fanno cenno!

Credo che, sempre da allora, lo stato di degrado e di abbandono del Borgo e delle vie di accesso, sia totale.

Credo anche che un Comune a prevalente vocazione turistica che ha nel suo territorio vie caratteristiche come la Strada del Giardino e la Strada della Passera ed un altrettanto caratteristico Borgo come Sant’Angelo, debba valorizzare il tutto con interventi di risanamento sia strutturale che viario, intervenire per una sistemazione ed una cura costante del verde e un’illuminazione delle Strade degna di questo nome.

Il non farlo, forse, è indice di poca attenzione verso la cittadinanza tutta e, non solo, di quella residente a Sant’Angelo.

Cordialmente – Giovanni Dealis

Commenti
Ci sono 2 commenti
henry
henry 2021-07-04 13:37:31
....un genio della EX politica Senigalliese, una volta disse :
....noi le strade non le asfaltiamo, così la gente non corre e va piano
....questo "elevato pensiero" ha portato il "degrado" in cui viviamo oggi
....ci vorrebbero almeno una decina di milioni di Euro, per porre rimedio alla loro incapacità
....spero Olivetti e la sua Giunta, dimostrino molto presto che piano piano
....tutto si puo fare !!
Mario2 2021-07-04 13:50:47
Non credo il problema riguardi solo quel luogo, fatevi un giro alla Cesanella, i marciapiedi sono completamente divelti, c'è una via in particolare che ricordo bene perchè era stata appena asfaltata e ci andavamo in pattini, da allora sono passati 32 anni! I marciapiedi probabilmente ne hanno il doppio se non di più.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno