SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Hotel Corallo Senigallia - La tua vacanza al mare sulla Spiaggia di Velluto, per stare bene insieme

Cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, Senigallia dice No

La maggioranza respinge la mozione in Consiglio comunale

1.418 Letture
commenti
Consiglio comunale

Ieri sera,in consiglio comunale,è stata respinta dalla maggioranza la mozione sul conferimento della cittadinanza onoraria a Patrick Zaki.

Occasione persa per la nostra città che,storicamente ha sempre condannato la violenza,qualsiasi sopruso e qualsiasi mancanza di rispetto dei diritti di base dell’uomo.

La storia di Patrick Zaki ricorda purtroppo la storia di Giulio Regeni : entrambi hanno dedicato la loro vita alla difesa dei diritti umani pagando a caro prezzo la loro scelta.

Dal mese di febbraio 2020,Patrick dopo aver subito torture fisiche e psichiche,in precarie condizioni di salute si trova nel carcere di Tora in Egitto senza nessuna certezza per il futuro.

Giulio è stato ucciso in maniera atroce ,come hanno testimoniato le ferite sul suo corpo ed ancora, a distanza di cinque anni, non si conosce la verità.

La cittadinanza onoraria a Patrick ,come il posizionamento sulla facciata del Comune dello striscione giallo dedicato a Giulio, sarebbero stati degli atti simbolici ma avrebbero contribuito a tenere alta l’attenzione sulle vicende di questi due ragazzi, come sta succedendo in molte città d’Italia.

Non si debbono dimenticare mai i giovani come Giulio e Patrick che hanno fatto della loro vita un emblema dei diritti umani.A tal riguardo il nostro impegno nei confronti dei diritti,della cultura,della libertà e della solidarietà, continuerà ad essere presente.

Margherita Angeletti (Vice Presidente del Consiglio Comunale e Consigliera PD)

Lorenzo Beccaceci (Capogruppo Vivi Senigallia)

Chantal Bomprezzi (Consigliera PD)

Gennaro Campanile (Capogruppo Amo Senigallia e Presidente VI Commissione)

Ludovica Giuliani (Consigliera PD)

Stefania Pagani (Capogruppo Vola Senigallia)

Enrico Pergolesi ( Capogruppo Diritti al Futuro)

Rodolfo Piazzai (Consigliere PD)

Dario Romano ( Capogruppo PD)

Commenti
Ci sono 4 commenti
cpiersim 2021-03-31 17:21:44
Questo delizioso articolo emblematico della faziosità della sinistra in generale e di quella senigalliese in particolare mi fa tornare in mente un episodio calcistico di tanti anni fa.
Il protagonista fu Gianni Rivera datosi a fine carriera alla politica nelle fila della DC e finito poi nel PD. L'abatino contestava i (secondo lui) palesi aiuti arbitrali (in particolare la concessione di calci di rigore) a favore della Juventus. Un giornalista di una testata filo-iuventina gli obiettò che non doveva reagire in quel modo perché nel gioco del calcio la palla era rotonda come a dire che tutto era accaduto nella normale casualità del gioco. Il divin bambino lo fulminò rispondendo che sì la palla era rotonda, ma, chissà perché, rotolava sempra da una parte sola.
Così vale per i nostri compagni del terzo millennio. Quando c'é da celebrare od onorare qualcuno questo qualcuno, guarda caso, proviene sempre da una parte sola. Provate ad essere meno faziosi, ne guadagnereste in credibilità.
octagon 2021-03-31 20:30:39
Oltre a non decidere sul NULLA perchè finora non hanno combinato niente, era l'occasione buona almeno per far vedere che su qualcosa decidono.
Glauco G. 2021-04-01 09:16:11
Concordo con @cpiersim. Dimostrano solo che certi diritti valgono per gli amici. Gli alri non esistono. Per la Sx esiste il bene di chi ha la tessera di partito...e il comune deve diventare la loro vetrina....hanno un senso di appartenenza molto forte del partito ma molto debole per le istituzioni e per l'essere umano (di ogni genere)..hanno un estremismo politico molto marcato ....non hanno la volontà di aiutare l'uomo ma solo il "compagno". E' una pratica retrograda e davvero fastidiosa....e si illudono di fare comunicati che portano vantaggi sociali al solo scopo di prendere voti ma più scrivono questi atteggiamenti mi portano a giudicarli come persone che non hanno la volontà di combattere le ingiustizie di tutti ma solo di chi fa comodo a loro. le loro battaglie sono solo di "comodo" e non di lota sociale.... Ho sempre detto che possono essere liberi di appendere ogni nome nella loro sede di partito ma..come si può constatare con molta facilità...se ne guardano bene di non appendere nulla a casa lor....mai nulla nelle loro sedi..le loro sedi non vanno sporcate con striscioni...le loro sedi devono essere pulite...è il comune che deve fungere da vetina di partito del PD...il comune è di loro anche quando non sono al governo (così fanno credere)....è assurdo il loro pensiero...spero finiranno prima o poi di avere una mentlità di così bassissimo livello e inizieranno a combattere per i diritti di TUTTI e non solo di chi sta simpatico a loro. E' ora di combattere per tutti quelli che hosempre citato e non solo chi fa comodo loro....e devono capire che il comune non è la loro vetrina elettorale ma un edificio di tutti noi e non tutti vogliono vedere appeso al muro i nomi dei "compagni di partito" perchè noi vogliamo stare vicino a tutti i cittadini Italiani che subiscono ingiustizie nel mondo..a noni non interessa di che partito, religione, ecc sono ..a noi interessa l'essere umano..al contrario di loro che li usno come voto!!!
Glauco G. 2021-04-01 09:17:26
Unico vantaggio è che si firmano ..così so chi ha questa mentalità così lontana dalla mia. So chi lotta per gli amaici e se ne frega di tutti gli altri. Per lo meno so chi vive di partiti e non di umanità.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura