SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“La vicenda della capanna in cemento amianto non è stata ancora risolta”

Nuova segnalazione da parte di Carlo Montanari sulla struttura situata nei pressi degli uffici Asur di Senigallia

1.419 Letture
commenti
Il Segreto di Paracelso - Esordio letterario di Roberto Marconi - Compralo a Senigallia e on-line
Capanno con copertura in amianto

Incredibile ma vero! Dal giugno 2019 la vicenda della capanna e della palazzina in cemento amianto a due passi dagli uffici Asur di Senigallia non è ancora stata risolta!

E pensare che più di un anno fa, a seguito di segnalazioni dell’ALA sulla pericolosa presenza di amianto a Senigallia, era giunto tempestivo l’intervento degli uffici sanitari preposti.

Il tutto relativamente ad una capanna in cemento amianto, ubicata a due passi dagli uffici Asur. Una struttura con tetto di lastre in cemento amianto (stra)vecchio e ricoperto di vegetazione per non renderlo visibile.

A riguardo, la risposta da parte dell’Asur Marche, Area Vasta 2, evidenziava che per “l’accessorio confinante con la pista ciclabile che costeggia il fiume Misa, parallela a via Rossini e la palazzina ubicata in via Sanzio 273, a seguito delle segnalazioni, il personale ispettivo del Servizio Ambiente e Salute, il 31 maggio 2019 ha proceduto alla verifica richiesta, relazionando in merito al sindaco di Senigallia per i provvedimenti di competenza”.

Nella lettera si precisava inoltre che: “nel corso dei suddetti sopralluoghi è stata evidenziata la presenza anche di altri manufatti contenenti amianto, dandone notizia al sindaco di Senigallia per il proseguo di competenza”.

Non solo, nella circostanza ricordo perfettamente le rassicurazioni verbali dei responsabili sanitari che, senza mezzi termini, mi dissero: “Quella capanna è assolutamente da togliere!”

Malgrado tutto, transitando in quel luogo, è evidente che la capanna è ancora lì con il tetto in lastre in cemento-amianto coperte sempre di più di fogliame.

Si richiede quindi a riguardo una seconda verifica per porre fine a tale incresciosa vicenda.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura