SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Doppio evento speciale al cinema Gabbiano con Pantani e Modigliani

Da lunedì 12 a mercoledì 14 ottobre previsti tre spettacoli per ognuna delle due pellicole, "Maledetto Modigliani" e "Il caso Pantani"

Caraffa Sport & Run - Sconti -30% su novità running e lifestyle - Marotta (PU)
Opera di Amedeo Modigliani

Per celebrare degnamente il centenario della morte di Amedeo Modigliani (1884-1920), il ciclo della grande arte al cinema propone da lunedì a mercoledì Maledetto Modigliani, un documentario prodotto da Nexo Digital e diretto da Valeria Parisi. Al centro della narrazione sta ovviamente il percorso artistico e umano di un artista d’avanguardia diventato un classico contemporaneo amato e imitato in tutto il mondo: Modigliani fu un personaggio “maledetto” appunto, un ribelle bohémien che seppe dare scandalo e diventare genio, fino a essere considerato un maestro indiscusso dell’arte del Novecento.

Modì – come venne chiamato – ebbe una vita breve e tormentata, nascendo a Livorno come quarto figlio di una famiglia di origini ebraiche sull’orlo di una crisi finanziaria. La provincia italiana gli era stretta e decise così di partire, fino ad arrivare a Parigi nel 1906, ad appena 21 anni. Qui nacque la sua leggenda di alcolista e dongiovanni, aggrappato disperatamente alla propria arte, caratterizzata da una straordinaria semplicità di linee e volti.

La sua storia è qui raccontata dal punto di vista assolutamente originale di Jeanne Hébuterne, l’ultima giovane compagna, che si suicidò due giorni dopo la morte dell’artista, quando era incinta e lasciava una figlia di un anno. Nel film è proprio la voce narrante di Jeanne a raccontarci quella Parigi di inizio secolo: la ville lumière, centro della modernità, già mercato d’arte e polo d’attrazione per pittori e scultori da tutta Europa. Persone che fecero la fame e cominciarono ad avere valutazioni stellari solo dopo la morte. Fu così anche per Modigliani, che è oggi uno degli artisti più quotati al mondo. E anche tra i più copiati, a causa del suo stile apparentemente semplice: molti ricorderanno l’episodio del 1984, quando nel centenario della nascita furono ripescate nei fossi livornesi delle teste che divennero per un lungo periodo una delle truffe più celebri della storia dell’arte.

Maledetto Modigliani annovera numerosi interventi di critici ed esperti o personalità a vario titolo, tra cui ricordiamo almeno Marc Restellini, storico dell’arte e specialista di Amedeo Modigliani, nonché il regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, nonché livornese a sua volta, Paolo Virzì.

Maledetto Modigliani sarà proiettato al Cinema Gabbiano nei primi tre giorni della settimana: lunedì 12 e martedì 13 alle ore 21.15 e mercoledì 14 alle ore 18.30.

Lunedì 12 ottobre (ore 21.15)
+ martedì 13 e mercoledì 14 ottobre (ore 18.30)

IL CASO PANTANI
di Domenico Ciolfi

Negli stessi giorni sullo schermo del Gabbiano sarà proposto anche un altro evento speciale. Si tratta de Il caso Pantani, film diretto da Domenico Ciolfi per rendere omaggio al celebre ciclista romagnolo raccontando in particolare gli ultimi cinque anni della sua vita: dal 5 giugno 1999, quando Pantani venne sospeso dalle gare per doping, al 14 febbraio 2004, data in cui morì prematuramente in circostanze poco chiare, a cui seguirono diverse inchieste giudiziarie.

La vicenda umana e sportiva di Pantani rappresenta ancor oggi un trauma mai realmente assorbito dal mondo del ciclismo, poiché il Pirata – questo il soprannome con cui era conosciuto, anche a causa della sua immancabile bandana, seppe ottenere in sella traguardi straordinari. “La storia di Pantani – ha dichiarato il regista Domenico Ciolfi, che è anche sceneggiatore del film – si snoda lungo la cronaca del nostro paese tra interessi economici, criminalità organizzata, traffico di stupefacenti, scommesse clandestine, leggende della malavita. Una storia di amicizia tradita, di amore perduto, di dipendenza e di immensa desolazione, come quella che lo ha accolto in un limbo senza vita lungo quasi cinque anni. Ma è anche il romanzo di un semplice ragazzo di mare e delle sue imprese sulle vette più alte d’ Europa. Dei suoi sogni, della sua incredibile voglia di vivere.”

Il personaggio di Pantani è interpretato nel film in periodi diversi da Marco Palvetti, Brenno Placido e Fabrizio Rongione, mentre tra i comprimari figurano altri attori noti come Francesco Pannofino, Emanuela Rossi, Libero De Rienzo, Gianfelice Imparato e Giobbe Covatta.

Il caso Pantani uscirà nelle migliori sale italiane solamente dal 12 al 14 ottobre, distribuito da Koch Media. Al Gabbiano sarà proiettato lunedì alle ore 21.15, mentre martedì e mercoledì avrà inizio alle ore 18.30.

Per questi e tutti gli altri appuntamenti del Gabbiano ricordiamo sempre a chi voglia evitare file che il biglietto è acquistabile in qualsiasi momento anche online attraverso il sito www.cinemagabbiano.it/ol.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!