SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Bello (FdI): “I fondi europei sono risorse aggiuntive, a fondo perduto ed integrative al bilancio comunale”

"Utili per investimenti e riqualificazione di servizi ed attività dedicati alla città ed al territorio"

Sci Club Senigallia
Massimo Bello

Il Comune di Senigallia deve avere una visione globale e sintetica dei futuri programmi europei 2021-2027; consultare le tutti i documenti e le decisioni delle istituzioni UE; tenere sempre aggiornati la banca-dati dello status del loro iter legislativo; rafforzare la rete dei contatti con le Direzioni Generali (DG) della Commissione e con le Agenzie esecutive, da cui spesso dipende l’attuazione e la gestione dei bandi di finanziamento UE; consolidare i rapporti istituzionali con la Delegazione di Bruxelles della Regione Marche e con le altre istituzioni comunitarie presenti nella capitale belga; costruire un team di esperti pronti alla valutazione degli strumenti UE (bandi di finanziamento, diretti e indiretti) e alla progettazione di proposte da inoltrare all’UE per realizzare interventi di sviluppo del territorio nei settori d’interesse, anche e soprattutto in partnership con altri enti ed istituzioni.”

Lo afferma Massimo Bello, candidato al consiglio comunale di Senigallia nelle fila di Fratelli d’Italia, a proposito “dell’opportunità per la nostra città – dice Bello – di proiettarsi in una dimensione europea e divenire un punto di riferimento nella UE, tra le città della medesima dimensione di Senigallia, per creare un modello di sviluppo sostenibile nei settori del sociale, della cultura, dell’ambiente, del turismo, della sicurezza e dell’economia. Il nostro programma di governo prevede questa opportunità e insieme alla coalizione di centrodestra, una volta eletti, la porteremo avanti.”

“Senigallia dovrà, quindi, trovarsi pronta all’appuntamento, istituendo un vero e proprio “Ufficio Europa” ed una struttura organizzativa adeguata, che permetta al Comune – aggiunge il candidato al consiglio comunale per Fratelli d’Italia Massimo Bello – di intercettare la nuova programmazione finanziaria 2021-2027, che prevede una serie di misure e di risorse nei settori strategici di sviluppo delle aree urbane: cultura, turismo, infrastrutture, sviluppo economico, salute, politiche sociali, sicurezza, ambiente, sport, formazione, protezione civile, gemellaggi. I progetti si vincono, se si presentano.”

“Il periodo di programmazione UE 2014-2020, ormai in via di conclusione, ha posto la dimensione urbana – afferma ancora Massimo Bello – al centro della politica di coesione. Più del 50% delle risorse del FESR, in questo arco di tempo, è stato investito in aree urbane e lo stanziamento, nella prossima ed imminente programmazione finanziaria 2021-2027, sarà ancor più incrementato. Miliardi di euro, provenienti soprattutto dal fondo strutturale FESR, verranno destinati alle strategie integrate per lo sviluppo sostenibile dell’ambiente urbano, che migliaia di città europee dovranno trasporre sul piano pratico, soprattutto agglomerati urbani dalle dimensioni simili a quelle della nostra città. Senigallia non può mancare all’appuntamento. Altro capitolo interessante, oltremodo, sono i fondi diretti, quelli gestiti da Bruxelles, che rappresentano un’opportunità unica ed inestimabile. E quando si parla di fondi UE, si tratta di risorse a fondo perduto.”

“Istituiremo, qualora dovessimo governare, un vero ‘Ufficio Europa e Attività comunitarie’ pronto ad essere il riferimento principale di tutta l’attività della nuova Amministrazione e perché diventi il volano di risorse economiche alternative e aggiuntive alle risorse locali, per finanziare progetti innovativi, considerando anche che il bilancio comunale non possa sostenere tutto il peso finanziario della progettualità innovativa e dei settori di interesse generale”, propone Bello nella sua nota alla stampa.

“Le città sono considerate al contempo causa e soluzione delle difficoltà di natura economica, ambientale e sociale di oggi. Le aree urbane d’Europa ospitano oltre due terzi della popolazione dell’UE, utilizzano circa l’80% delle risorse energetiche e generano fino all’85% del PIL europeo. Senigallia, quindi, deve trovarsi pronta e disponibile ai prossimi appuntamenti dell’agenda europea”, conclude Massimo Bello.

 

Massimo Bello
Capolista e candidato alla carica di consigliere comunale nella Lista di Fratelli d’Italia

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2020-09-14 16:59:49
Un bel passo in avanti (rispetto al mio ragionare ovviamente) tra leggerre questo comunicato e il primo (che riguardavano sempre i fondi EU) nell'altro si chiedevano soldi soldi soldi.in questo si legge una strada (che può essere condivisa oppure no ma sempre strada si tratta)..complimenti. Detto questo, voi avete mai pensato al rilancio del turismo di Senigallia con "investimenti" legati al collegamento più intenso e "comodo" da e per l'aeroporto? e poi..."investimenti" per creare turismo croceristico che possa collegare Senigallia al porto di Ancona (quando arrivano le navi MSC e COSTA) per portarli a Senigallia a vedere un po la città?..creare attrattiva (anche se le grotte di frasassi e molte altre attività sono più appetibili)...magari dando lettini e ombrelloni a chi viene in estate (ovviamente concordando con le compagnie tutte le possibili soluzioni)....e creando eventi proprio in concomitanza degli arrivi per portare turismo in città e quindi dentro i negozi della città ....ecc ecc ecc ? Consideriamo che in una nave possono arrivare anche 5.000 persone e non tutti andranno dentro le grotte (ora molti girano per i negozi di Ancona ad esempio)...essere un po agressivi e tentare di portare gente a Senigallia non mi sembra male come idea no? voi avete qualcosa del genere nel vostro programma? queste non sono idee principali sia ben chiaro e nemmeno essenziali ma, di recente, mi ero chiesto come mai Senigallia guarda e crea dentro le mura ma non prova ad uscire fuori per creare attrattiva (se non con sporadiche pubblicità)..... competere con le atre città è anche questo no? ovviamente tutto da fare in maniera competitiva e senza colpi bassi a nessuna altra città. avete nulla? noi campiamo di quello e questa estate si rileverà molto magra per le casse cittadine (togliendo gli aiuti)...serve un rilancio constante...voi che avete in mente?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!