SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Festa Liberazione, le parole del sindaco di Sant’Anna

La città ospita il parco nazionale della Pace

Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova
Resistenza italiana

Cara cittadina, caro cittadino,
sarà un 25 aprile diverso, ma per alcuni aspetti assistiamo alle solite polemiche che, dati anche i tempi, speravo ci venissero risparmiate, come quella di far diventare il 25 aprile il giorno del ricordo delle vittime di questo infame virus che si sta portando via tante persone, tanti anziani che sono sempre stati la nostra memoria storica.

Ci sarà modo di ricordare queste persone che sono nel nostro cuore: sono state colpite tutte le comunità, anche quella di Stazzema.

Il Covid quest’anno ci impedisce di essere assieme come ogni anno a Sant’Anna di Stazzema, ma non fermerà il messaggio della Festa della Liberazione.

Le limitazioni imposte in queste settimane ci dovrebbero far riflettere ulteriormente sul valore di quello che hanno regalato a tutti noi i nostri nonne e nonni, partigiane e partigiani, combattendo contro il regime e l’occupazione nazifascista.

E’ dovere di tutti ricordare le donne e gli uomini che hanno donato la libertà all’Italia, sconfiggendo il fascismo e il nazismo. Dobbiamo apprezzare ciò che abbiamo e riflettere sul valore di questa data che è quella della rinascita.

Ho aderito in questi giorni all’appello per salvare l’Istituto Storico della Resistenza di Grosseto: la Provincia di Grosseto ha annunciato la chiusura della sede dell’Isrec grossetano ufficialmente per inagibilità dei locali: ho chiesto che quanto prima sia trovata una sede adeguata a questo presidio di conoscenza e democrazia se l’attuale non è più utilizzabile. Non si chiudono questi luoghi, si sostengono!

Quando usciremo da questa emergenza dovremo essere diversi, più umani e più consapevoli dello straordinario valore della nostra democrazia. Dovremo uscirne ancor più Europei e meno italiani, francesi, olandesi o tedeschi, sebbene la tentazione sia quella di chiudersi e di arroccarsi. Per questo ho preso anche carta e penna per scrivere alla cancelliera tedesca Angela Merkel e chiederle un approccio solidale alla crisi: siamo tutti su una barca, ma non tutte le barche sono uguali, alcuni sono transatlantici che riescono a navigare nella tempesta, altre sono piccole barche che affonderanno.

Finchè non ragioneremo all’unisono come Europa faremo il gioco di nazionalismi e particolarismi. Noi il 25 aprile ci saremo e festeggeremo nei modi in cui ci è consentito, ma con la piena consapevolezza che 75 anni fa, il 25 aprile 1945, si aprì una pagina nuova per il nostro Paese.

In questi giorni il Comune di Stazzema si è aggiunta ai comuni che hanno concesso la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre: dovevamo incontrarla a breve, dopo l’incontro che avevo avuto con lei lo scorso 29 febbraio a Bruxelles al Parlamento Europeo, per consegnarle una pergamena e con l’occasione le avremmo chiesto di diventare ambasciatrice del Parco Nazionale della pace di Sant’Anna di Stazzema. Lo faremo perché dopo questo periodo perché ci sarà ancora più bisogno di memoria.
Care amiche e cari amici, BUONA FESTA DELLA LIBERAZIONE A TUTTI.
W LA RESISTENZA, W IL 25 APRILE.

Il Sindaco di Stazzema
Presidente del Parco Nazionale della pace di Sant’Anna di Stazzema
Maurizio Verona

ANPI Senigallia
Pubblicato Venerdì 24 aprile, 2020 
alle ore 17:22
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!