SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Quali sono i canali in grado di massimizzare i profitti di un commerciante?

Come creare il proprio successo con YouTube. Guadagnare vendendo i propri articoli

Tablet

Non troppo tempo addietro, chi desiderava diventare famoso aspirava a fare l’attore o il cantante, oppure a ricoprire una carica importante.

Oggi, le cose sono cambiate radicalmente, soprattutto grazie all’avvento delle nuove tecnologie e di tutti i canali ad essa collegati. E così c’è chi sogna di fare soldi con YouTube, con Instagram o con decine di altri strumenti digitali. Quel che è certo, è che raggiungere la popolarità grazie al Web non è un sogno irrealizzabile, anzi. Tuttavia, non bisogna credere che sia un percorso facile e immediato: per riuscire nei propri intenti, è necessario avere una buona preparazione di base e curare ogni singolo aspetto della propria strategia. Cerchiamo di capirne di più.

Come creare il proprio successo con YouTube
Per costruirsi un seguito e, quindi, un canale di successo, è fondamentale catturare l’attenzione di un buon numero di utilizzatori abituali della piattaforma. In che modo? Quello più semplice e immediato è ovviamente condividere contenuti interessanti, coinvolgenti e che consentano di distinguersi dagli altri. La prima mossa è individuare una tematica o un argomento di cui parlare all’interno dei propri contenuti. Per capire meglio in quale nicchia muoversi, è possibile affidarsi alle indicazioni di uno strumento utile come Google Trends ed analizzare le parole chiave più utilizzate nelle ricerche. Scelta la nicchia nella quale collocarsi, sarà il caso di realizzare un format accattivante e possibilmente originale. Inizialmente, il successo potrebbe tardare ad arrivare: ogni cosa va conquistata con il sacrificio; non si può pensare di ottenete tutto e subito. La costanza, oltre alla qualità dei video e alla disponibilità mostrata nei confronti del proprio seguito, saranno le frecce al proprio arco.

È fondamentale offrire valore, saper coinvolgere ed entrare in contatto con i propri utenti. In che modo? Rispondendo sempre ai loro commenti, interagendo con loro e magari chiedendo consigli e indicazioni utili. Quando i follower e le visualizzazioni cominceranno ad aumentare, con essi potrebbero arrivare anche le prime chiamate degli sponsor interessati a sottoscrivere specifici accordi commerciali. L’obiettivo di ogni YouTuber è lavorare con le aziende, a patto che queste offrano prodotti e servizi che siano compatibili con le tematiche trattate all’interno dei video. Un consiglio da tenere sempre in considerazione da chiunque dovesse decidere di guadagnare come influencer, è di essere sempre trasparente con i propri seguaci. È molto importante dichiarare tutti i contenuti sponsorizzati, così come lo è promuovere soltanto servizi e prodotti in cui si crede veramente. Alla lunga l’onestà paga, pertanto, vale sempre la pena comunicare il motivo per cui si è deciso di pubblicizzare o meno un determinato brand.

Guadagnare con YouTube vendendo i propri articoli
La maniera più utilizzata per guadagnare tramite YouTube è senza dubbio sponsorizzare un brand e i suoi prodotti. In base ai propri iscritti e alle visite cumulate, ciascun video in cui compaiono una o più sponsorizzazioni potrebbe fruttare una cifra che va dai 100 ai 500 euro. Tuttavia, anche chi possiede già un brand e un e-commerce ad esso collegato, può pensare di massimizzare i profitti sfruttando un canale come YouTube. Chi gestisce un account con un seguito abbastanza vasto e fedele, potrebbe pensare di proporre articoli direttamente collegati al proprio marchio. A farlo sono in tanti (basti pensare agli YouTuber attivi nel segmento del fitness o in quello del make up, impegnati a lanciare linee di abbigliamento o prodotti di bellezza), soprattutto in virtù dei numerosi vantaggi legati a questo tipo di commercio online. In questo modo, infatti, è possibile rafforzare il rapporto con i propri fan ed aumentare ulteriormente la propria visibilità. Quanto detto è legato ad alcuni fattori chiave, tra cui le caratteristiche del merchandising e la capacità di proporre articoli di qualità.

Per massimizzare i ricavi, è possibile, ad esempio, creare un logo accattivante e alla moda e stamparlo su t-shirt, felpe, cappellini e tazze, proponendo tali articoli all’interno dei propri video. A quel punto, ciascun fan che deciderà di sfoggiare quel logo, si trasformerà in una sorta di brand ambassador, ovvero in un portavoce del canale Youtube associato. Attivando il processo di passaparola, sarà ancora più semplice aumentare il numero di iscritti al canale e, di conseguenza, le vendite dei vari articoli tramite il proprio store. Per massimizzare i ricavi è possibile collegare il negozio al canale ed offrire promozioni o sconti speciali a tutti coloro che acquisteranno seguendo il link indicato nel box descrizione. Naturalmente, per non inficiare il successo del canale, sarà obbligatorio associarvi uno shop e dei prodotti di elevata qualità, optando per i giusti fornitori, ottimizzando la user experience (UX) e, soprattutto, rendendo più fluido il sistema di checkout del proprio e-commerce.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio