SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
GO Internet - Internet wireless 4,5 G da 14,90 euro/mese

Buone pratiche Protezione Civile, campagna informativa a Senigallia

L'amministrazione comunale si adopera per informazione e prevenzione

Protezione Civile Senigallia

Mentre procedono i lavori per la messa in sicurezza del Misa da parte della Regione Marche, continua l’impegno dell’Amministrazione comunale sul fronte della prevenzione e della promozione delle buone pratiche.


Da pochi giorni è iniziata la distribuzione di oltre 6000 cartoline informative indirizzate ai residenti delle aree a rischio alluvione che oltre ad annunciare l’approvazione del Piano di emergenza locale da parte del Comune di Senigallia, avvisano i residenti che a partire da gennaio i volontari della Protezione civile provvederanno alla consegna a domicilio della brochure con le indicazioni utili da seguire in caso di emergenza, la presentazione del nuovo portale della Protezione civile comunale e le informazioni sul servizio di messaggistica per ricevere le comunicazioni via email o via sms diramate dall’Amministrazione in situazioni di rischio.

“È una campagna di informazione cui teniamo molto – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – attraverso cui vogliamo raggiungere tutti cittadini residenti all’interno delle zone a rischio definite dal Piano della Protezione civile. Riteniamo fondamentale coinvolgere e rendere consapevole la popolazione con la formazione e l’informazione, affinché l’azione di protezione civile, che non è un comando unilaterale, possa risultare sempre più efficace. Una corretta informazione, infatti, attenua sensibilmente una delle principali vulnerabilità che condizionano l’efficacia degli interventi di soccorso, quella dovuta al comportamento errato che può assumere una popolazione o parte della stessa se poco informata o del tutto disinformata”.

Particolare attenzione è quella posta dall’Amministrazione comunale alla conoscenza del nuovo sito comunale www.protezionecivilesenigallia.it attraverso cui si intende offrire ai cittadini uno strumento semplice e rapido per conoscere i contenuti del Piano di emergenza locale e gestire al meglio la comunicazione nelle situazione di criticità individuate dal medesimo Piano.

Tra i principali contenuti presenti nel portale va segnalata la sezione dedicata alla spiegazione delle procedure di allertamento per il rischio meteo idrogeologico e idraulico della Regione Marche, in vigore dal 2017, che consente a tutti di apprendere le attività degli operatori della Protezione civile in fase operativa e i meccanismi di divulgazione delle informazioni ai cittadini secondo i vari tipi di allerta (gialla, rossa, arancione).

Inoltre, dal portale saranno diffusi i documenti di allertamento di criticità ordinaria e, a partire dal raggiungimento della criticità moderata, le comunicazioni riguardanti la gestione dei fenomeni in corso, le quali saranno trasmesse anche agli organi di stampa e pubblicate sui profili social network dell’ente.

“Maggiore è la conoscenza delle situazioni di rischio esistenti nel territorio in cui vive – continua Mangialardi – maggiori sono le possibilità di attivazione di comportamenti che conducano a una efficace autodifesa, obiettivo fondamentale di ogni sistema di protezione civile e condizione indispensabile per agevolare qualsiasi operazione di soccorso, sia nell’ambito comunale che provinciale”.

Infine, tra le iniziative i programma è stata annunciata una nuova esercitazione con enti e istituzioni che gestiscono le emergenze che si terrà nei primi mesi del 2020 a Borgo Bicchia.

Commenti
Solo un commento
un povero tra i poveri (di politica) 2019-12-18 21:40:03
DA TEMPO
Sono pratiche obbligatorie da tempo
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura