SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Teniamoci stretta la B, i play-off sarebbero lo scudetto per la Pallacanestro Senigallia”

Parla il presidente Claudio Moroni in vista della stagione 2018-2019

1.143 Letture
commenti
Festa Castellana 2018 - Scapezzano di Senigallia
Crescenzi, Badioli e Moroni

Quella ormai iniziata, con l’annuncio di più di metà del roster, sarà la ventunesima stagione consecutiva da presidente, anche se nella pallacanestro senigalliese c’è praticamente da sempre.

Con Claudio Moroni, massimo dirigente della Pallacanestro Senigallia ininterrottamente dal 1998 (dopo esserlo già stato pure tra il 1989 e il 1992) quando la squadra non era ancora sponsorizzata Goldengas e navigava nella serie C2 regionale, la presentazione della campagna abbonamenti di venerdì 13 luglio è anche occasione per fare il punto in vista di un torneo di serie B che vede ancora una volta la società di via Capanna tra le fedelissime (17° anno di fila), con tanti derby all’orizzonte ma anche trasferte lunghissime: confermato infatti l’inserimento nel girone C, con le altre quattro marchigiane, cinque abruzzesi, quattro pugliesi e le inedite calabresi Lamezia e Catanzaro.

“Veniamo da un’ottima stagione che ha visto anche un certo fermento da parte del pubblico: tante persone lo scorso anno sono venute al PalaPanzini divertendosi. Vogliamo ripartire da ciò e per questo abbiamo deciso di lanciare la campagna abbonamenti a squadra non ancora completata, in modo da avere subito un segnale tangibile dell’affetto dei nostri tifosi”, evidenzia il presidente.

Rispetto alla scorsa stagione non ci sono più i trascinatori Paparella (andato a Fabriano) e Tortù (a Salerno), ma è sempre più forte l’impronta pesarese sia in campo, con, da ultimo, l’arrivo di Crescenzi, che dietro la scrivania, col ritorno di Badioli come direttore area tecnica e, soprattutto, l’accordo di collaborazione con la Vuelle.

Moroni, cosa cambia rispetto a prima?
“Un accordo di collaborazione per il settore giovanile c’era già, ora diventa più strutturato: diventiamo società satellite per 2 anni (legame rinnovabile) dando un’opportunità in più sia ai giovani del nostro settore giovanile che a quelli di Pesaro di fare esperienza in B. Quali Crescenzi appunto, playmaker come Cinciarini e Ferri, che sono passati giovanissimi da qui arrivando poi in serie A. A Crescenzi, che ha qualità, auguro lo stesso percorso”.

Risposta secca: su quale piazzamento metterebbe la firma?
“Salvezza obiettivo minimo ovviamente, la B è una categoria che Senigallia deve tenersi stretta. I playoff per la A2, quindi un posto tra le prime 8, come sempre sarebbero il nostro scudetto. Il segreto sarà come in passato gestire bene le situazioni, senza esasperare i toni: non esaltandoci nei momenti positivi, e non abbattendoci nei momenti di difficoltà”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura