SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pallacanestro Senigallia: la stagione finisce a Salerno, ma a testa alta

La Goldengas perde la bella per la semifinale dopo una prestazione comunque all'altezza: 89-79

1.758 Letture
commenti
Optovolante - Ottica a Senigallia - Centro ottico e optometrico
Salerno-Goldengas

Finiscono alla bella dei quarti di finale i play-off per la serie A2 della Goldengas, che cede al Salerno 89-79 dopo una prestazione comunque pienamente all’altezza.

Alla fine solo applausi dai 23 tifosi senigalliesi che hanno deciso di non lasciare sola la squadra nemmeno in questa lunga trasferta.

Al via i due coach confermano gli starting five delle due precedenti sfide con Menduto che ripropone in panchina Petrazzuoli, rispedendo in tribuna per la rotazione degli over il lungo fabrianese Bartolozzi, a referto in gara 2.

Equilibrio sin da subito: Salerno, già 5 triple nei primi 10’, chiude avanti il primo quarto con una conclusione da fuori di Sorrentino (25-23).

Il primo break lo firma la Virtus Arechi con un gioco da 2+1 di Leggio, ex Jesi, che al 15’ fissa il +7 (36-29), ma il vantaggio dura poco ed anzi Paparella riporta avanti Senigallia al 19’ (42-43).

Al riposo lungo, la Virtus Arechi conduce 46-43, ma la Goldengas è pienamente in partita, pur pagando la fisicità di Paci, già a un passo dalla doppia doppia (9+9, chiuderà con 20+14).

Dopo il riposo, Salerno prova a scappare di nuovo con Sanna (57-51 al 25’) ma Tortù firma prima un 2+1 in appoggio a canestro e poi la tripla della nuova parità (57-57 al 26’).

Lo spettacolo non manca e nemmeno l’equilibrio: 64-62 al 30’.

Ultimo quarto coi salernitani sempre avanti e la Goldengas costantemente in scia ed anche con la palla del sorpasso, almeno fino al 38’ quando il canestro di Sorrentino, espulso in gara 2, fa esplodere il PalaSilvestri, mettendo tre possessi tra i due quintetti (80-72).

Non è finita: il carattere della Goldengas è simboleggiato dalla tripla di un intramontabile capitan Pierantoni (19+11, 6 rimbalzi in attacco), che riporta i suoi a – 4 a poco più di un minuto dalla fine.

È ancora però l’ex Fortitudo Bologna Sorrentino a colpire, stavolta da fuori, mettendo una pietra sul match.

I liberi trasformati dalla Virtus Arechi dopo gli inevitabili falli sistematici ospiti per fermare il cronometro servono solo a fissare il +10 finale, fin troppo pesante per quanto visto nei 40’.

Ma l’eliminazione non cancella una stagione sicuramente da ricordare per gli appassionati senigalliesi che anche in questa annata hanno gremito le scalee del PalaPanzini e seguito la squadra in trasferta, riconfermando l’ambiente senigalliese come uno dei più positivi dell’intera categoria.

Tabellino

ARECHI SALERNO: M.Cucco 17, Di Prampero 13, Sanna 8, Leggio 6, Paci 20; A.Cucco ne, Sorrentino 19, Mennella 2, Petrazzuoli 4, Datuowei ne. All. Menduto
GOLDENGAS SENIGALLIA: Giacomini 7, Paparella 12, Giampieri 13, Tortù 20, Pierantoni 19; Angeletti ne, Del Torto ne, Benedetti ne, Gurini 2, Maiolatesi ne, Bertoni, Ricci 6. All. Foglietti
Arbitri: Guarino di Campobasso e Silvestri di Roma.
Parziali: 25-23 46-43 64-62 89-79

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!