SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La storia della fornace Allegrezza di Cesano di Senigallia è ora un libro

Oltre 100 persone per la presentazione del nuovo lavoro di Marco Giardini

Optovolante - Ottica a Senigallia - Centro ottico e optometrico
Presentazione libro Marco Giardini

Gli Amici della Foce del fiume Cesano ringraziano i numerosissimi cittadini che, con la loro presenza, hanno voluto onorare l’iniziativa di domenica 21 gennaio 2018, quando a Cesano è stato presentato il libro di Marco Giardini (Presidente dell’Associazione) “Per le vie del borgo – Cesano: la fornace e gli antichi mestieri”.


Un libro non troppo voluminoso, ma molto pulito, chiaro e incisivo, che racconta la storia della fornace di laterizi (Allegrezza) di Cesano, soprattutto dalla prospettiva dei lavoratori, e quella delle attività artigianali e commerciali della frazione, dal dopoguerra fino agli anni ottanta circa. Tanti i nomi ricordati e le attività di quel periodo.

L’incontro è stato aperto dalla presidente del circolo La marina Pro Cesano, Antonella Pompili, seguita dal saluto dell’Assessore alla cultura del Comune di Senigallia, Simonetta Bucari.

Il testo è stato presentato, con brillante competenza, dal Prof. Giuliano Bonvini (in quegli anni residente a Cesano e tuttora ritenuto cesanese a tutti gli effetti). Sono intervenuti anche alcuni testimoni di quel periodo: Luigi Omiccioli, Carlo Alberto Bellagamba e Renato Pongetti.

L’autore del libro, nel suo breve intervento, ha invitato i presenti a leggere il contenuto, prendere spunto dai racconti per approfondire altri particolari di quel periodo storico, durante il quale, ad esempio, il datore di lavoro nelle ore di pausa non negava una partita a carte oppure a bigliardo ai suoi dipendenti, dove durante l’attività manuale l’operaio canticchiava qualche canzone, magari anche per rendere meno faticoso il lavoro (oggi raramente ciò avviene, e se succede è sicuramente un lavoratore di colore che ci riporta indietro nel tempo).

Spunti interessanti, quindi, per riflettere sui rapporti umani, ma anche su certe attività artigianali ancora molto attuali e ricercate, assolutamente da non perdere.

Giardini ha ringraziato tutti coloro che hanno prodotto testimonianze e immagini fotografiche di luoghi e persone.

Un pomeriggio, insomma, veramente apprezzato e diremmo entusiasmante per le oltre cento persone che vi hanno preso parte.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura