SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fratelli d’Italia: “Ignoranza amministrativa di Sindaco e Amministrazione di Senigallia”

Marcello Liverani torna sulle risposte giunte da Regione Marche e Autorità di Bacino in merito alla pulizia della foce del Misa

2.805 Letture
commenti
Valmisa.com
Senigallia, un isolotto di ghiaia spunta nel porto canale

Quando sosteniamo che questa Amministrazione, dal Sindaco a tutti gli Assessori, passando per alcuni Dirigenti, è “politicamente imbarazzante, scandalosa e priva di professionalità amministrativa”, non sbagliamo di una virgola, e per l’ennesima volta ne diamo prova alla cittadinanza.

Vi ricordate “l’isolotto” di ghiaia che da tempo staziona all’imboccatura del Porto? Bene, quell’isolotto è la causa dell’ultima figuraccia del Sindaco. Convinto che non spettasse alla sua Amministrazione dragarlo per toglierlo, il 31 gennaio 2017 emette una Ordinanza chiedendo alla Regione di pulire l’ultimo tratto di fiume.

Oggi, tramite la stampa e il Consigliere Giorgio Sartini (Senigallia Bene Comune) che se ne è occupato, veniamo a sapere che la Regione Marche e l’Autorità di Bacino, con due lettere diverse, mandate per conoscenza al Prefetto e al Ministero delle Infrastrutture, hanno “diffidato” il Sindaco ad annullare quell’ordinanza. Addirittura, e qui siamo al ridicolo purtroppo, l’Autorità di Bacino nella sua lettera, a pag. 3 scrive testualmente al Sindaco: “Eccesso di potere per carenza dei presupposti di legge. Eccesso di potere: straripamento di potere”! Aggiungendogli dopo che cosa dice l’art. 54, comma 4 del TUEL.

Insomma, una gran bella dimostrazione di “ignoranza amministrativa”. Quando noi scriviamo che il Sindaco si sente come “Il Marchese del Grillo”, sbagliamo? Pare proprio di no, perché in pratica è quello che gli scrive l’Autorità di Bacino.

Quindi sia la Regione Marche che l’Autorità di Bacino, in quelle lettere, spiegano bene al Sindaco, cosa che tutti gli dicevamo da sempre, ma che lui negava, che quel tratto finale del fiume “è di competenza del Comune”, e di conseguenza è il Comune a doverlo pulire, non la Regione Marche.

Non contento di questa “figuraccia”, cosa fa il Sindaco? Non annulla l’Ordinanza e scrive un’altra lettera all’Assessore regionale Sciapichetti chiedendogli la convocazione di un “tavolo” per “individuare le possibili e condivise soluzioni al problema”.

Figuraccia su figuraccia, prima emette una Ordinanza, e dopo aver ricevuto regolare “ceffone”, chiede un tavolo per risolvere insieme il problema! Vi sembra mai possibile che sia questo un modus operandi politico serio? No, non lo è, non ne sono proprio capaci. Il tavolo tecnico andava caso mai chiesto prima e non dopo essere stato bacchettato, perché se ora la Regione Marche e l’Autorità di Bacino gli faranno un “pernacchione”, non potremo di certo prendercela con loro, ma solamente con la totale “imbarazzante ignoranza amministrativa” del nostro Sindaco e dell’Amministrazione.

La morale della favola qual è? Molto semplice, Senigallia continua ad essere amministrata da persone non capaci e l’isolotto continua a fare bella mostra di se all’imboccatura del porto!

Marcello Liverani
Coordinatore Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Senigallia

Commenti
Ci sono 2 commenti
ilbianconiglio 2017-10-09 12:27:30
non ce l'ho con te ma arrivi sempre dopo gli altri. E gli altri sono più seri.
henry
Dirty Rotten Imbeciles 2017-10-09 21:08:15
....l'ho gia' scritto, adesso una figura barbina la fa passare come un'atto eroico che solo lui e' stato capace di fare, perché lui e' l'eccellenza.....l'eccellenza ritrovata......peccato che l'abbiano ritrovata, sta eccellenza......
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura