SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Autonoleggio Mariotti Senigallia

Anche il quartiere Cesanella avrà la sua rotatoria

In II Commissione la variante al piano particolareggiato per la frazione: in arrivo anche parcheggi e, forse, il sottopasso alla SS16

6.647 Letture
commenti
L'area alla Cesanella di Senigallia interessata dalla variante

A fine settembre dovrebbero partire i lavori per la riqualificazione dell’ingresso alla zona Cesanella. Il progetto, da circa 250mila euro, è stato annunciato dall’assessore Maurizio Memè in II Commissione nella seduta di mercoledì 6 settembre, dove si è discusso di una rotatoria sulla statale Adriatica, della pista ciclabile e dei nuovi parcheggi che verranno realizzati a ridosso della farmacia comunale.“Oggi analizziamo – esordisce Memè, affiancato dall’architetto Giuliani – i lavori che il quartiere vedrà partire presumibilmente entro la fine del mese e che sono stati decisi con la delibera GM 131/2017. Lavori che risponderanno a quell’esigenza di sicurezza in un quartiere molto popoloso, oltre a venire incontro alle richieste delle attività che insistono nell’area”.

Al quartiere si potrà accedere tramite una nuova rotatoria sulla statale 16 all’altezza del piazzale Michelangelo. Così si potrà anche regolare meglio il flusso di mezzi in entrata e in uscita dalla popolosa zona dove insistono anche la maggior parte delle aziende senigalliesi.

L'area alla Cesanella di Senigallia interessata dalla varianteL’attuale pista ciclabile, che da via del Molinello arriva fino al piazzale, verrà prolungata fino all’attraversamento sulla statale che vedrà, probabilmente entro poche settimane, partire i lavori anche per il nuovo sottopasso. Con l’infrastruttura tanto attesa da residenti e turisti si potrà accedere al lungomare Mameli. Sottopasso che fa parte però della lottizzazione “parco Verde Azzurro”.
Contemporaneamente saranno realizzati oltre 60 parcheggi – dove ora c’è uno spiazzo di ghiaia, nei pressi della farmacia comunale – e alcuni spazi verdi.

Infine, nelle aree limitrofe alla Petroli Marche di via Sanzio, si avrà una riorganizzazione degli spazi: verde e parcheggi resteranno ma verranno organizzati meglio per venire incontro alle esigenze di manovra dei mezzi pensanti che accedono all’area. Sarà infine parzialmente demolito il serbatoio della cisterna esistente, ora in degrado.

Il progetto da circa 250mila euro ha una copertura finanziaria derivante dagli oneri di urbanizzazione e dalla “monetizzazione” di alcune aree pubbliche, tra cui l’area ex Latini che si affaccia – tristemente – sulla statale Adriatica.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ci sono 8 commenti
Mario2 2017-09-06 22:06:25
Tanto per cominciare da piazzale Michelangelo non si accede a nessuna area industriale ma ad un quartiere residenziale, quindi probabilmente vogliono veicolare il traffico proveniente dalla complanare facendolo passare dentro al quartiere fino alla statale e non capisco il perché visto che più avanti cè già il collegamento ai piedi della salita del cavallaro. La pista ciclabile non centra niente, qual è il collegamento? esci dalla ciclabile per immetterti nella statale?
I parcheggi ci sono già quindi l'unica cosa utile è il sottopasso in una zona pericolosa per chi deve attraversare, il resto mi sembra l'ennesima opera inutile quando a Senigallia di cose importanti da fare ce ne sono tante.
arcimboldo 2017-09-07 06:04:59
A me sembrano soldi buttati via.
fra77 2017-09-07 09:32:17
Opera essenziale ed urgente,sperando facciano pure un sottopasso.
Qualsiasi opera che renda meno pericoloso quell'incrocio è utile.
Utile e urgente come la rotatoria della Penna,dove finalmente verranno tolti i semafori e quegli orrori di edifici.
In tutto questo c'è da dire che le aree verranno riqualificate.
L'esempio eclatante dei piagnistei Senigalliesi è stata la complanare,dove tanti non la volevano ma che oggi gli stessi percorrono.
Stessa sorte a questa/queste opere.
Ci saranno mollte critiche ma poi gli stessi apprezzeranno.
Glauco G. 2017-09-07 11:48:52
Concordo con Fra77. Come sempre, ad ogni opera si mette in moto anche la macchina della critica “spesso per partito preso”. Gente che parte con accuse di ogni tipo e che in un secondo diventa un mega esperto di viabilità, archiettua, ingeneria stradale o civile, economista e amministrazione pubblica. Ultimio esempi? Complanare. Opera dichiarata inutile dove esistevano persone che contavano le auto. Oggi tutti la usano e anzi, sono partite pure critiche sul perchè non si costruiscano nuovi sbocchi nell’asse sud. Piazza Saffi. Si criticava la pedonalizzazione e successiva morte di tutti i negozi. Oggi piazza Safi è una piazza decisamente più viva rispetto a prima (bella o brutta non importa...la bellezza è soggettiva e non la giudico). Piazza Garibaldi. Infinite di critiche su ogni cosa (pure su come gestire lo scheletro trovato sotto terra). Oggi è una piazza non molto viva nelle giornate ma di sicuro una piazza che ha molte potenzilità future (se usata per eventi ecc) e che ha dato un impatto estetico alla città decisamente più “turistico” (bella o brutta non importa...la bellezza è soggettiva e non la giudico). Si tolgono parcheggi e allora città senza parcheggi (come se fosse l’unica città Italiana ad avere questo problema). Subito dopo si mettono parcheggi e via a dire che è pericoloso metterli e che quindi non li vogliamo. Addirittura siamo arrivati a criticare la “legge”, in questa città nemmeno se fai modifiche per metterti a norma di legge va bene per qulacuno. Metti i cartelli in zone dove per legge non puoi stare e via a criticare il fatto che non si può più parcheggiare (cosa non vera visto che mai potevi parcheggiare). Il mio finale più diverente? Le persone che affermano “potevano spenderli per fare altro” queste affermazioni sono immancabili..non mancano proprio mai.... Beh allora non facciamo più nulla perchè esisterà sempre l’uomo saggio di turno che dirà di spendere in altro modo i soldi. Chiudiamo i cantieri e non spendiamo più. Così finalemnte (forse) inizieremo a leggere critiche vere e hanno davvero senso...fatte da gente comune e non da esperti e finti esperti.
henry
Dirty Rotten Imbeciles 2017-09-07 13:02:45
....opere promesse e che vengono messe in opera, finalmente non solo chiacchiere ma anche fatti. Poi se qualcuno ha da ridire vabbe', quello c'e' sempre. Considerando che non ci sono Elezioni di nessun tipo alle porte, questa opera pubblica mi lascia basito. Attendo anche che venga realizzata la rotatoria alla Penna, che credo sia piu' importante per la quantita' di traffico che dovra' gestire.....
Mario2 2017-09-07 15:06:42
Leccapiedi a parte, che probabilmente hanno un posto nella mangiatoia, non ci sono vantaggi oggettivi per quest'opera se non il sottopasso che "forse verrà realizzato". Secondo me più che il Senigalliese che critica tutto la moda è di criticare chi critica, un misero tentativo per scoraggiare chi non si è uniformato alla gestione di questa città. Uno su tutti fra77 che non ha niente di meglio che postare tutto il giorno su 60019.
@Dirty Rotten Imbeciles sappi che il cartello per la realizzazione del sottopasso sta li da parecchio, infatti rientra proprio tra le promesse pre elettorali quindi vai tranquillo che è tutto nella norma, diciamo un ritardo nei pagamenti.
giammarco 2017-09-07 16:24:39
CHE FIGATA. ASFALTARE VIA CELLINI COME DIO COMANDA NO?
fra77 2017-09-07 16:43:23
@Mario2. Premetto che in molti articoli ho criticato l'amministrazione comunale,in molti altri ho approvato le scelte.
Si vede che Lei non è un lettore attento.
Non posto ogni giorno su 60019. Commento gli articoli e non tutti,quelli che mi pare.
Poi riguardo al suo linguaggio da bar sport o circolo di frazione,le dico che non conosce neanche la planimetria del quartiere Cesanella.
Aggiungo che a differenza di chi come Lei ancora vuole le bighe coi cavalli e magari strade sterrate,Le dico che il progresso inplica infrastrutture,ovvero quelle opere volte a migliorare sicurezza e viabilità.
Se poi volerle vuol dire avere una mangiatoia,essere leccapiedi dell' amministrazione etc etc,mi spiace ma non ha ragione. Le sue come quelle di altri sono grosse fissazioni volte solo a denigrare a prescindere se qualcuno osa dire qualcosa seppur poco di fatto bene.
Quello che a Lei manca si chiama obiettività e certamente è un suo problema non il mio.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura