SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Farmacia estiva Manocchi Carloni - Lungomare di Senigallia

Sanità: tre proposte diverse dall’opposizione senigalliese

Il presidente del Consiglio Romano: "Sarebbe meglio fare ordine e presentare un documento comune"

1.486 Letture
commenti
Dario Romano

La tematica della Sanità è al centro del dibattito politico da diversi anni, ancora di più in questi mesi dove bisogna sviscerare al meglio gli argomenti e approfondirli nelle sedi istituzionali competenti. Se, difatti, lasciassimo che qualsiasi associazione o comitato (che pur vanno rispettati e ascoltati, sia chiaro, quando non strumentalizzati o politicizzati) si sostituisse agli organismi istituzionali, ci sarebbe un vero e proprio fallimento dell’esercizio democratico.

Dall’altro lato, tra i gruppi di maggioranza e –soprattutto- opposizione, sarebbe augurabile maggiore chiarezza, unità di intenti e progettualità sulle proposte da portare avanti, al netto di richieste estemporanee e di breve periodo. Ad oggi, infatti, al netto dei percorsi istituzionali che possono avere passaggi più o meno brevi, esistono ben 3 documenti di natura diversa presentati da 4 gruppi di opposizione e relativi alla Sanità.

Pertanto, rispetto alla possibilità di convocare il consiglio comunale durante le vacanze estive o a Ferragosto, quindi, da parte mia come sempre c’è massima apertura e ascolto, data l’importanza del tema, ma visti i fatti sopra elencati suggerirei di seguire un altro percorso, più ordinato, proprio perché l’argomento della Sanità dovrebbe essere caro a tutti. Penso che un passaggio in Commissione, al fine di cercare la condivisione di intenti necessaria a rendere la voce del Consiglio Comunale unica e forte, sia dovuto, al di là di qualsiasi Partito o Movimento o Comitato che possano mettere la bandiera su di un tema così delicato.

Pertanto proporrei e suggerirei di far convocare, per l’ultima settimana di agosto o comunque subito dopo le vacanze estive (in modo che tutti gli attori coinvolti possano essere presenti per portare il proprio contributo) la commissione competente o, in alternativa, una conferenza dei capigruppo per valutare l’opportunità di convergere su un documento unitario firmato dai gruppi di maggioranza e opposizione. Da lì poi si potrà andare in Consiglio Comunale, possibilmente con un atto condiviso, per avanzare una proposta organica su questa importante e delicatissima
tematica.

 

da Dario Romano,
Presidente del Consiglio Comunale di Senigallia

Commenti
Ci sono 2 commenti
henry
Dirty Rotten Imbeciles 2017-08-01 14:14:35
....nonostante sia del PD, stavolta "tocca daje ragione" quando afferma che "sarebbe augurabile maggiore chiarezza, unità di intenti e progettualità", quindi "le prime donne" tornino a fare gli uomini, grazie.
lory
lory 2017-08-01 14:42:53
Quanto tempo vuol far perdere, Dario, tutte le volte, con questa procedura?
Guardi che le seguiamo in streaming le vostre commissioni, e sembrano una gran perdita di tempo, dove ogni volta rimandate , rimandate, rimandate ogni cosa che risulta scomoda alla maggioranza, perché così vi viene ordinato dall'alto: la scopo è fare in modo che il tempo passi.
Lei peró, Faccia il suo lavoro: Se sono 3, questo é, e si comporti di conseguenza. Così come ha scritto lei, secondo me, perderete quasi un anno. Evitiamo, non mi sembra proprio il caso.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura