SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Farmacia estiva Manocchi Carloni - Lungomare di Senigallia

Campionati mondiali di basket femminile Over, c’è tanta Senigallia

Chiara Bedini, Rita Bruzzesi, Cinzia Fortunati, Laura Mengucci, Stefania Spadoni si rimettono in gioco. "Una sfida da vincere"

5.331 Letture
commenti
Senigalliesi del maxibasket

Chiara Bedini, Rita Bruzzesi, Cinzia Fortunati, Laura Mengucci, Stefania Spadoni: cinque giocatrici senigalliesi, o comunque con un passato importante nel basket femminile senigalliese della sua epoca d’oro (Anni ’80 e ’90), protagoniste ai campionati mondiali Master.


Anzi, di MaxiBasket come sono chiamati quelli della disciplina, e il termine è forse ancora più adatto: maxi è davvero la passione di tante cestiste non più giovanissime che però continuano a coltivare il loro amore per la palla a spicchi.

Le cinque disputeranno a Montecatini, dal 30 giugno al 9 luglio, il torneo iridato: Bruzzesi, Fortunati e Spadoni nella selezione Over 50, Mengucci e Bedini nella Over 40.

“La nostra squadra si chiama Highlander Pesaro. La Federazione infatti, purtroppo, non riconosce, a differenza di quanto fa nel settore maschile, una vera e propria nazionale italiana di Maxibasket – afferma senza nascondere l’amarezza Stefania Mengucci – . La sostanza però non cambia”.

Nella nazionale Over 45 maschile è annunciata la presenza di Danilo “Chief” Del Cadia, ex Barzetti.

“Tra le Over 40 – continua Mengucci – ci attendono avversarie come Portorico e Colombia: sulla carta paesi con una tradizione cestistica non certo superiore alla nostra, ma è pur sempre una rassegna iridata, partecipano atlete che hanno giocato a lungo in serie A nei loro paesi, dunque non si può mai dire: speriamo di non trovarci di fronte giocatrici alte oltre due metri…”.

Passione per la pallacanestro che non muore, ma anche gusto della sfida, che lo sport insegna e che è impossibile dimenticare: “si, a guidarci credo sia proprio questo – conferma Mengucci – . La scintilla nel mio caso è scoccata all’improvviso, ma il desiderio di una nuova sfida era già in embrione dopo aver disputato la Maratona di New York. Poi c’è la passione per la pallacanestro: è un divertimento, ma anche l’opportunità di uno sfogo agonistico che non si riesce a reprimere col tempo”.

Date le premesse, non può che esserci un solo obiettivo: “divertimento, passione, tutto giusto – sottolinea l’ex giocatrice della Plastica Valmisa Senigallia in serie A2 – ma sul parquet si va per vincere. E noi vogliamo vincere“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura