SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Alleanza civica a Senigallia: “grazie Paradisi, ma non ci interessa”

Battisti, Mancini e Rebecchini respingono la proposta: "no alle ammucchiate"

2.021 Letture
commenti
I consiglieri Paolo Battisti, Luigi Rebecchini e Roberto Mancini

Ringraziamo Roberto Paradisi per gli apprezzamenti, ma la prospettiva da lui proposta non interessa i tre consiglieri (Battisti, Rebecchini e Mancini) che furono eletti nel 2010 con la coalizione che appoggiò Mancini come candidato sindaco.


E’ vero purtroppo che la distinzione destra/sinistra oggi appaia antiquata, anche alla luce di tante scelte operate dal centro sinistra che hanno aggiornato e riproposto contenuti tradizionalmente di destra (la precarizzazione del lavoro, la privatizzazione dei servizi pubblici e tanto altro, fino alle riforme costituzionali che umiliano la sovranità popolare in nome del risparmio e dell’efficienza, obiettivi che potrebbero essere garantiti altrimenti, senza la riduzione delle garanzie democratiche).

Tuttavia, non è detto che l’esigenza di rinnovamento cittadino debba ripercorrere strade già battute (non da noi) e rivelatesi fallimentari, consistenti in alleanze improbabili tra destra e sinistra.

Per governare una città occorrono cultura e visioni condivise che non possono essere scambiate con atteggiamenti similari in singole battaglie di opposizione. Del resto i governi e le amministrazioni di centro hanno sempre riscosso opposizioni distinte, di destra e di sinistra, com’è connaturato con la dialettica democratica e costituzionale.

In altre parole, le grandi ammucchiate elettorali ci sembrano l’altra faccia della medaglia della grande confusione programmatica e di valori che ha fatto sì che le forze ufficiali del centro sinistra appoggiassero prima il governo Monti, poi quello Letta e oggi Renzi, tutti riveriti ed assecondati dal governo cittadino, con tanti danni materiali e morali.

Altre possono essere le prospettive di rinnovamento della politica cittadina: le abbiamo testimoniate col nostro impegno in questi anni e, nelle prossime settimane, le sottoporremo di nuovo all’attenzione della cittadinanza in vista delle prossime scadenze elettorali.

da

Paolo Battisti e Roberto Mancini, Gruppo Partecipazione

Luigi Rebecchini, Gruppo Misto

Commenti
Ci sono 3 commenti
un povero tra i poveri (di politica) 2014-07-24 15:44:40
"QUESTA E' VECCHIA POLITICA" Mi spiace questa presa di posizione il rimanere ancorati ai propri vecchi partiti o liste o porzione di voti non porterà ad avere più voti di quelli già presi nel 2010 quindi rimarrete in minoranza e legati al vostro scanno di opposizione. Augurandovi ogni bene e voti augurali, non credo che questa sia la strada giusta, anche in un momento disastroso per questo PD o giunta Comunale e sindaco visto tutto quello che è successo in questo quinquennio. Paradisi, credo, avesse semplicemente fatto una proposta di incontro per parlarne e null'altro. Parlatene tra voi, almeno, perchè conoscete benissimo i Senigalliesi e la macchina politica del PD. Anche se avete mostrato competenza e tenacia nella vostra opposizione di questa legislatura sapete in cuor vostro che a Senigallia non si spostano voti in questo modo. La politica stà cambiando molto in fretta non rimanete ancorati alla vecchia politica ed al vostro piccolo orticello.
ilbianconiglio 2014-07-24 20:51:18
Ma perche' non si poteva provare a sopportare e vedere cosa proponevano?
Magari buttare giu' qualche punto di discussione e ragionare sopra?
maria garbini 2014-07-25 10:34:57
Gli ILLUSI-ILLUSIONISTI di rifondazione quando si tratterà di definire il voto pro/contro andranno con i compagnucci e lo negeranno a paradisi, dati gli attuali vantaggiosi esempi del verdame-&! ........... suddito-610
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura