SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Vigor-Biagio Nazzaro - 06.04.2014

Forza Italia Senigallia: “I consiglieri ex-Pdl si dimettano per dovere morale”

"Sarebbe un gesto eticamente apprezzabile che colmerebbe il vuoto causato all’opposizione cittadina"

13.994 Letture
commenti
Aula Consiliare del Comune di Senigallia

Dopo il naturale sbandamento dovuto all’abbandono della casa madre dei quattro consiglieri eletti con i voti del Popolo della Libertà di Silvio Berlusconi, il centro-destra senigalliese rimasto fedele al patto con gli elettori, se pure defraudato della sua folta rappresentanza in Consiglio Comunale, si sta ricostituendo sotto il coordinamento di Marta Torbidoni.

Dopo aver assistito a quattro anni di mancata opposizione da parte dei nostri rappresentanti, che hanno lasciato ad altri il ruolo di antagonisti alla Giunta Mangialardi, è francamente troppo dover prendere atto che i voti dei nostri elettori vengano utilizzati per accreditarsi politicamente nei confronti di un’Amministrazione che ha mal gestito la cosa pubblica. Forza Italia, non può non denunciare pubblicamente il tradimento dei patti elettorali e del ruolo di cui erano stati investiti i nostri rappresentanti. C’è uno sconcerto naturale nelle nostra fila, avendo i nostri ex consiglieri comunali azzerato la voce di Forza Italia in seno al Consiglio Comunale.

PPE per Senigallia: da sx Cameruccio, Cicconi Massi, Rimini e MazzariniUno sconcerto che cresce se si pensa che gli eletti sembra siano fortemente intenzionati a passare dalla parte di chi abbiamo sempre combattuto. E non certo in termini pregiudiziali. Non si può cambiare bandiera inseguendo dialoghi o, peggio, alleanze con chi ha mal gestito il denaro pubblico, ha creato una rete politico-clientelare diffusa, ha tartassato i cittadini oltre ogni limite consentito (aumentando imposte e tariffe), ha ostacolato in tutti i modi i cittadini senza santi in Paradiso, ha boicottato il Piano Casa, ha svenduto il patrimonio culturale (si pensi a Palazzo Gherardi), ha finanziato le associazioni politicamente vicine alla maggioranza … .

Per combattere questa politica e costruire un diverso rapporto con la cittadinanza, gli elettori di Forza Italia hanno mandato in Consiglio Comunale i propri rappresentanti. Se questi ultimi non se la sentono più di tener fede a questo impegno, facciano chiarezza. E rassegnino le proprie dimissioni dal Consiglio Comunale. Sarebbe un gesto eticamente apprezzabile e che colmerebbe il vuoto che questo ambiguo comportamento ha causato in seno all’opposizione cittadina.

Commenti
Ci sono 4 commenti
Sebastian
Sebastian 2014-03-31 22:07:25
Neanche sono arrivati che già sparano assurdità...A Senigallia mancavano i "cartoni animati", ora sono arrivati...poi in giro ci si domanda perchè la sinistra vince da 30 anni...la risposta è scontata...
rottura 2014-03-31 22:45:06
pensiero di un individuo anziano e, probabilmente, rincoglionito: i berlusconiani (PdL, FI, NCD, e simili) si chiamano così perchè hanno votato/votano per una persona che ha fatto solo i propri affari/interessi e loro squallidamente/stupidamente non se ne sono resi conto.
e.foret2000 2014-04-01 00:00:26
Se sono coerenti devono dimettersi, ma in Italia ognuno coltiva il proprio orticello, questi signori avranno da difendere i loro interessi, prossime votazioni per loro sarà molto dura.
bonzino 2014-04-01 18:39:01
Gentile coordinatrice Marta, non la conosco ma già aver pubblicamente chiesto le dimissione dei 4 rappresentanti eletti sotto il simbolo del PDL le fa onore. Non stia ad ascoltare i giudizi di quattro cattocomunisti ipocriti che hanno affossato l'Italia con le loro panzanate ideologiche. Oggi si sentono tutti renziani ma sono così ignoranti che non hanno capito che stanno realizzando il programma del centrodestra berlusconiano. Renzi non è altro che un cavallo di troia della destra che si è insinuato nel cuore del exPCI-exPDS-exDS-PD. Lo hanno scelto convinti che fosse il loro granduomo ma invece si sono portati in casa le idee del CDX che ora difendono a spada tratta. Quanto messo in campo da Renzi, il CDX lo aveva già proposto e realizzato da tempo (vedi art. 18. del 2001 riforma senato, riduzione parlamentari del 2006, ma la forza antiriformatrice della SX glielo aveva fortemente impedito sulla pelle degli italiani. Ora è la volta buona anche se con molto ritardo, pertanto bisogna continuare a sostenere Renzi affinché asfalti con le idee della destra la ideologie della sinistra. Buon lavoro.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura