SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Osteria San Bernardo - Chiaravalle Ristorante

Le Marche sono sempre più verdi

Conquistata la terza posizione in Italia per Indice di Green Economy 2013

1.646 Letture
commenti
Gian Mario Spacca

Marche sempre più “verdi”. La nostra regione conquista la terza posizione in Italia per Indice di Green Economy 2013, in base allo studio realizzato da Fondazione Impresa-Studi sulla piccola impresa.
Con un balzo di tre gradini rispetto allo scorso anno, le Marche guadagnano dunque il podio in questa autorevole indagine che incrocia 21 indicatori di performance afferenti ai principali settori interessati dalla green economy: energia, imprese e prodotti, agricoltura, turismo, edilizia, mobilità e rifiuti. I dati alla base dello studio sono stati tratti da fonti ufficiali (Istat, Terna, Sinab, Enea, ecc.) e le informazioni statistiche disponibili a novembre 2013, per poi essere rielaborati da Fondazione Impresa.

La Green economy, la tutela dell’ambiente e del paesaggio – è il commento del presidente della Regione, Gian Mario Spacca, alla classifica – sono tra le principali priorità del governo regionale e i risultati raggiunti, certificati da questa come da altre prestigiose classifiche, ci confortano sulla strada percorsa. Essere la terza regione italiana in base a 21 indicatori così rigorosi, ed avere così tanto incrementato in un solo anno le nostre performance, rende orgogliosi. Ma non vogliamo fermarci e rilevazioni di questo tipo sono utili anche per migliorare ulteriormente“.

Le Marche, in particolare, ottengono nella classifica 2013 un punteggio Green economy di 0,209, contro una media nazionale del -0,105, piazzandosi terze dopo Alto Adige e Umbria.

Tra i parametri in cui la nostra regione ottiene i migliori risultati – aggiunge Spacca – da segnalare quello relativo alla Carbon Intensity che misura il grado di emissioni responsabili del cambiamento climatico: le Marche sono quarte, così come per la voce Risparmio energetico e Qualità ambientale dei prodotti. Siamo poi la terza regione italiana per Fotovoltaico installato sui tetti di edifici e capannoni, anche se scendiamo in classifica per Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Marche prime, infine, per Punti vendita bio, seconde per Alloggi agroturistici. Buona posizione anche per Percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti e Percentuale di agricoltura biologica in rapporto alla superficie agricola. Il piazzamento delle Marche è frutto, quindi, di un mix di azioni virtuose del pubblico e del privato, che risulta particolarmente efficace e che fa delle Marche una regione da prendere ad esempio“.

Commenti
Ci sono 3 commenti
maria garbini 2014-01-23 09:32:55
Tra le tante discariche abusive nella campagna senigalliese non mi era MAI capitato di trovare i “miracolosi”pannelli solari salvatori del mondo dal riscaldamento GLOBALE e pagati al verdame-imperante con la bolletta elettrica dalla grande maggioranza di noi sudditi italioti.
Oggi dal Ciarnin (foto inviate in redazione) parte l’inizio d’ulteriori tasse per la comunità che pagherà sempre di più per smaltire questi nuovi rifiuti, probabilmente pericolosi se non addirittura tossici. suddito n.d.=610
Francesco M. 2014-01-23 12:14:12
Le Marche sempre più verdi i marchigiani sempre più al verde, i senigaliesi poi sono proprio in rosso. Bene andate avanti così.
giorg 2014-01-23 15:44:59
La vecchia barzelletta la bandiera italiana rosso ai comunisti bianco ai dc ed al verde le taske italiani
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno