SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: il Misa ingrossato dalla pioggia non desta preoccupazione-FOTO

Situazione analoga per il Nevola particolarmente ‘alto’ a Ripe: nessun pericolo

3.044 Letture
commenti
Il livello del Misa nel centro di Senigallia

L’allerta Meteo divulgato dalla Protezione civile marchigiana e valido per il 1 dicembre sta facendo sentire i suoi effetti anche nella giornata odierna del 2 dicembre: le schiarite attese infatti non sono arrivate e la pioggia ha continuato a cadere con costanza per tutta la giornata provocando i ‘soliti’ disagi in città e facendo innalzare il livello del Misa.
Ad incidere sul livello del fiume alla foce anche il mare ‘grosso’ ed i venti di Bora che ‘entrano’ nel canale principale della darsena senigalliese, alimentando il livello delle acque.
Il mare 'grosso' entra nel porto canaleIl mare 'grosso' entra nel porto canale -2Maltempo e mare 'grosso'

Situazione di disagio analoghe anche nella Valmisa dove i percorsi d’acqua nonostante siano sotto il livello di guardia, hanno creato qualche preoccupazione da parte dei cittadini di alcuni comuni, in particolare quelli di Ripe, dove il Nevola ha raggiunto livelli importanti. Nel 2011 i danni causati dall’esondazioni furonono notevoli. Per le prossime ore sono comunque attese delle schiarite che dovrebbero riportare i tratti fluviali alla normalità.

Il Misa 'ingrossato' dal maltempoIl livello alto ma non preoccupanteIl Misa

Una  paura legittima visto i danni e le vittime causate da queste ultime ondate di maltempo nel Centro Italia. Nelle ultime 24 ore nella nostra regione la pioggia ha fatto esondare finora i fiumi Potenza, Chienti, Tenna, e il Tronto in località Marino e alla foce a San Benedetto.

Evacuate a scopo precauzionale una frazione di San Ginesio (Macerata) e alcune abitazioni di Carassai (Ascoli Piceno), mentre a Penna San Giovanni, nel Maceratese, le infiltrazioni d’acqua hanno provocato il crollo di ampi tratti delle mura storiche del paese.

Foto di Lorenzo Ceccarelli

Commenti
Ci sono 2 commenti
Alberto 2013-12-03 10:24:23
Menomale che ci ha pensato il Dio Pluvio, se i già residenti della Zona PEEP MISA di Senigallia aspettassero l'intervento del Signor Sindaco che non è all'altezza di far applicare il D.P.R.7554 e lic C94/130 saremmo ancora una volta con l'acqua e il fango nelle nostre abitazioni; anche se il Signor Sindaco alle nostre richieste risponde,con fare risibile,!!! che non ha il potere di deviare il corso del fiume o far abbattere i fabbricati .
stefano 2013-12-03 11:53:58
Dai Alberto che siamo in un ventre di vacca!!!!!Anche dalle altre parti tutti dicevano che esistevano i pericoli ed ora si piangono i morti!!Poi arrivano i soliti politici a presenziare in pole position al lutto e in prima linea nel fango!DOPO il patatrac !
Prevenzione e manutenzione!!!!!!!!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno