SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, novità sulla tares tra posticipi e agevolazioni

Impatto attenuato per chi subisce aumenti oltre il 20%. Scadenza conguaglio posticipata al 31/12/2013

2.920 Letture
commenti
Fabbri Infissi - Bonus fiscale per infissi, porte e cancelli blindati
Servizio di raccolta differenziata dei rifiuti a Senigallia

Il Consiglio Comunale, nella seduta di giovedì 21 novembre, ha approvato alcune modifiche all’applicazione del nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) con l’obiettivo di attenuare l’impatto che l’introduzione del nuovo tributo avrebbe determinato su alcune categorie di utenze e garantire così la sostenibilità economica della sua applicazione per tutte le categorie di utenza.

Si tratta di una modifica che s’inserisce in un processo iniziato già lo scorso luglio con l’approvazione del bilancio di previsione quando, con il quadro normativo vigente, si era già fatto quanto possibile per attenuare gli incrementi che andavano a colpire pesantemente alcune categorie di cittadini ed imprese nel passaggio dalla vecchia TARSU al nuovo tributo.

Il percorso è stato condiviso con le associazioni di categoria e sindacali con i quali sono stati evidenziati gli incrementi più significativi dovuti peraltro alla maggiorazione di 30 centesimi al mq. che deve essere versata allo Stato.

Con la modifica votata in consiglio, e alla luce di un quadro normativo nuovamente modificato, è stato pertanto scelto di intervenire su tariffe ed agevolazioni TARES in tempi ristrettissimi, così da arrivare in tempo utile alla scadenza della rata a conguaglio dovuta per il 2013, opportunamente posticipata al 31/12/2013.

In particolare le modifiche introdotte prevedono una agevolazione tariffaria per quelle categorie di utenze non domestiche che per effetto del passaggio dal vecchio al nuovo tributo sui rifiuti subiscono un aumento superiore al 20%. Le ditte interessate, una volta ricevuto l’avviso di pagamento del conguaglio, dovranno presentare una richiesta utilizzando gli appositi moduli che nei prossimi giorni l’Ufficio Tributi e Canoni metterà a disposizione. La presentazione della richiesta produrrà subito l’effetto di sospendere fino al 30/4/2014 il pagamento della metà del tributo relativo ai rifiuti. Le agevolazioni tariffarie saranno quindi concesse ai richiedenti fino a concorrenza del fondo appositamente stanziato, pari ad € 100.000, e ripartite in maniera proporzionale agli importi degli aumenti subiti.

Per le utenze domestiche è stata ampliata la possibilità di beneficiare di una riduzione nel caso in cui ricorrano le condizioni già previste dal vigente regolamento: famiglie numerose con 5 o più componenti, anziani ultrasessantacinquenni e famiglie che abbiano all’interno del proprio nucleo portatori di handicap. Per queste categorie è possibile richiedere una riduzione del 10% della tariffa qualora l’indicatore della situazione socio economica ISEE sia compreso tra 11.500 e 17.250 €. In questi casi la certificazione ISEE riferita ai redditi conseguiti nell’anno 2013 potrà essere presentata entro il 30/6/2014 per confermare la riduzione in tutti quei casi in cui sia stata già applicata sulla base di precedenti dichiarazioni o per ottenere il conguaglio a credito di quanto nel frattempo versato.

Resta da sottolineare che la TARES verrà quasi sicuramente sostituita da un nuovo tributo ad opera della legge di stabilità per il 2014 attualmente all’esame del Parlamento. Per il futuro è quindi auspicabile che il nuovo tributo sui rifiuti restituisca sia ai cittadini sia alle amministrazioni comunali un quadro normativo chiaro e stabile nel tempo, sulla base del quale i comuni possano esercitare la loro autonomia impositiva disciplinando il prelievo in modo equo e sostenibile.

Lo sportello dell’Ufficio Tributi e Canoni (Viale Leopardi – Palazzo Nuova Gioventù) è a disposizione per tutti i chiarimenti che si rendessero necessari sugli avvisi di pagamento della rata a conguaglio che verranno recapitati a tutti i cittadini nelle prossime settimane.

Lo sportello è aperto al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e il martedì dalle ore 15.15 alle ore 17.00; oppure telefonare al numero dedicato 071.6629370 il martedì dalle ore 9.00 alle ore 13.30 e il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.30 e dalle ore 15.15 alle ore 17.15; oppure via mail: info.tributi@comune.senigallia.an.it .

Commenti
Ci sono 2 commenti
Renzo 2013-11-25 17:59:00
Se non pago può essere considerata legittima difesa, dato che ormai le tasse sono a tutti gli effetti una rapina a mano armata?
Ingrao
Ingrao 2013-11-25 19:24:43
Visto che i servizi li date ai (...omissis...) ...IO NON VI PAGNO 1 centesimo e sequestratemi il niente tanto voi del pd e città futura , sel , verdi e pdci e company mi avete tolto tutto ma la dignità di dirvi NO....non me la togliete VERGOGNATEVI e fate i fuochi e i festoni di natale ...ma VERGOGNATEVI da senigallia a Roma ..Renzi compreso !!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura